[X]
  [X]

Il quartiere rischia di perderlo

Quale futuro per il Punto di Primo Intervento del CTO Garbatella?

Dal 15 aprile scorso all’interno dell’Ospedale CTO di Garbatela è in funzione un nuovo servizio: un Pronto Soccorso Specialistico Ortopedico, capace di gestire in maniera autonoma i pazienti con problematiche di natura ortopedica e traumatologica. Una buona notizia, che sottolinea come il processo di specializzazione e rilancio della struttura ospedaliera, contenuto nell’Atto Aziendale, sta pian piano prendendo forma. Se non fosse che all’apertura di quella che dovrà essere una nuova eccellenza, corrisponde la progressiva chiusura del vecchio Punto di Primo Intervento (PPI).

Verso la specializzazione – Una data di chiusura ancora non c’è, visto che i due servizi, per ora, saranno attivi contemporaneamente. Ciononostante alcuni medici del PPI hanno inviato una lettera a tutte le istituzioni coinvolte, chiedendo conto della futura chiusura. È poi il carroccio ad aver maggiormente criticato questa decisione, dichiarando, sia a livello locale che comunale, che il territorio necessita di un PPI e che la specializzazione della struttura ospedaliera non può andare a discapito delle esigenze di un quadrante con un’età media piuttosto alta. “Si continua a parlare di chiusure - afferma il presidente del Municipio VIII, Amedeo Ciaccheri – ma quello che va analizzato è che dal 15 aprile nel CTO si è aperto un nuovo servizio, parte della specializzazione di una struttura che in passato era in crisi”. Una decisione, lo ricordiamo, che non è di competenza dei Municipio, ma di Asl e Regione. Nonostante questo da via Benedetto Croce ci si è sempre interessati al futuro di questo nosocomio, considerato un punto di riferimento per il territorio. “Penso che il CTO si sia rafforzato – ha dichiarato il minisindaco pensando anche alle ristrutturazioni e alla riacquisizione al patrimonio pubblico della struttura - Quello che dobbiamo chiedere è che continuino gli investimenti per renderlo un’eccellenza”.

Il futuro del PPI – Al momento non è chiara la data di effettiva chiusura del PPI, ma si lavora per evitare la perdita di questo presidio, per questo il minisindaco Ciaccheri ha preso l’impegno di battersi “affinché venga traslato in un’altra struttura sul territorio senza interruzione del servizio”. Abbiamo chiesto al Presidente Ciaccheri se potrebbe essere questa l’occasione per riprendere un progetto come la Casa della Salute del San Michele a Tor Marancia, oppure del polo sanitario (del quale si è parlato molto nella passata campagna elettorale) all’interno della sede AMA di Montagnola: “Sto interloquendo la con Regione sullo spostamento, ho pronto un dossier su cui lavorare con la ASL per la collocazione in una sede adeguata – ha dichiarato il minisindaco – Quella della sede AMA è un’ipotesi, ma si scontra con le condizioni della struttura, con la crisi dell’azienda e con la mancanza di interlocuzione. È una possibilità in campo ma solo se dovesse aprirsi un canale serio di confronto. È importante che il servizio resti sul territorio – aggiunge –  il progetto del San Michele – la Casa della Salute regionale Ndr – è sospeso, in discussione tra Asl e Regione Lazio, noi siamo pronti al dialogo anche su questo quando saranno pronte le strutture”. La certezza al momento è che il PPI del CTO è ancora in funzione, quando questo verrà chiuso (sempre che non si riesca a deciderne lo spostamento in altra sede) i cittadini della zona dovranno fare riferimento al PS del Sant’Eugenio, mentre al CTO si rivolgeranno solo per problemi ortopedici o traumatologici. Leonardo Mancini

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
09:16 1590736560 Mascherine dopo i 6 anni, distanze e igiene: le regole per tornare a scuola
09:02 1590735720 Calcio, l’annuncio di Spadafora: il campionato di Serie A riparte il 20 giugno
08:40 1590734400 Una poesia per il grande Alberto Sordi
08:31 1590733860 La Guardia di Finanza sequestra un milione di mascherine non sicure
28/05 1590681900 Negoziante 87enne ha un malore e resta chiuso dentro: salvato in extremis
28/05 1590677340 A Roma e provincia oggi 16 nuovi contagi da Covid. D'Amato: «Attenzione alta»
28/05 1590666720 Va in giro a vendere merce contraffatta perché ha bisogno di soldi: denunciato
28/05 1590660600 Shopping: nel Lazio i negozi potranno anticipare di un mese gli sconti
28/05 1590653100 Giornata di incendi tra i Castelli e Roma: vigili del fuoco al lavoro per ore
28/05 1590652740 Blitz della Polizia Locale nel centro accoglienza di Torre Maura: 5 fermati
28/05 1590650400 12 rapine a mano armata a tabaccherie, supermercati e farmacie: 3 arresti
28/05 1590650040 Al parco con la mascherina, meglio se colorata: l'ordinanza della Regione
28/05 1590647820 Cassa integrazione in deroga, nel Lazio pagati meno della metà dei lavoratori
28/05 1590646740 Organizzazione narcotrafficante internazionale con base a Roma: 10 arresti
28/05 1590646080 Organizzazione di pakistani e afghani riforniva di droga la Capitale: 10 arresti
28/05 1590645780 La Regione riapre centri estivi e corsi di danza. Linee guida per parchi a tema
27/05 1590593400 Presentato "San Camillo risponde", il nuovo contatto tra utenti e specialisti
27/05 1590590100 «No alla mascherina al collo o sul braccio. I giovani siano più responsabili»
27/05 1590589680 Roma torna ai cassonetti: Legambiente indignata, Cacciatore attacca la scelta
27/05 1590582840 Minaccia di morte la domestica e alla vista del 113 si nasconde nei cespugli
27/05 1590582120 Piano Spiagge estate 2020, a Roma arriva un’app per gestire gli ingressi
27/05 1590576480 Minaccia e aggredisce la ex e si scaglia contro agenti di Polizia, arrestato
27/05 1590576420 Al via i lavori sul nuovo collettore fognario a Vitinia, lo annuncia la Raggi
27/05 1590576180 Scoppia un incendio nella ex succursale dell'istituto scolastico Hertz
27/05 1590574080 Cinecittà e Bufalotta, 2 persone arrestate mentre rubano nei centri commerciali

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli