[X]
  [X]

solidarietà necessaria

Coronavirus, al via misure per prendersi cura anche dei senza fissa dimora

<
>
La situazione dei migranti al presidio Baobab nei pressi 
della Stazione Tiburtina
La situazione dei migranti al presidio Baobab nei pressi della Stazione Tiburtina
Con la sospensione delle attività pastorali alcuni sacerdoti della diocesi di Roma si impegnano come volontari alle mense Caritas
Con la sospensione delle attività pastorali alcuni sacerdoti della diocesi di Roma si impegnano come volontari alle mense Caritas

Nei giorni in cui l’Italia vive la sua crisi più dura dal dopoguerra, l’emergenza per il diffondersi del Covid-19 costringe tutte le grandi città a fare i conti con la situazione critica dei senza fissa dimora. Secondo i dati Istat i senzatetto in Italia sono circa 51.000, e Roma è la città che ne ospita di più dopo Milano. Sono circa 10.000 i senza fissa dimora nella Capitale, ma il conto sale fino a 15.000 se si contano tutte quelle persone che vivono in contesti abitativi precari. Sono le frange più fragili del tessuto sociale urbano, spesso anziani, che talvolta presentano condizioni di salute compromesse. Si tratta di persone che non hanno un regolare accesso ai servizi igienici basilari, spesso non hanno la possibilità di nutrirsi regolarmente, e, cosa ancora più grave di questi tempi, non ricevono cure mediche adeguate. Occuparsi di queste persone nell’ambito del contenimento della diffusione del Covid-19 diventa non solo un dovere morale, ma una necessità. Per questo la settimana scorsa l’Assemblea Capitolina ha approvato due ordini del giorno per chiedere alla sindaca Virginia Raggi e alla sua giunta interventi per occuparsi della salute dei senza fissa dimora e dei volontari che se ne prendono cura. Alla sindaca è stato richiesto di ampliare la capacità di accoglienza delle strutture già operative, di trovarne di nuove, e di individuare luoghi adatti ad ospitare chi presentasse i sintomi del virus o dovesse restare in quarantena perché risultato positivo. L’amministrazione ha attuato le prime mosse per rispondere a questa emergenza nell’emergenza: il Campidoglio ha fatto sapere in una nota che tutte le strutture del Piano Freddo sono state portate da un regime di apertura di 15 ore giornaliere al regime completo h24, per consentire alle persone di restare al chiuso per l’intera giornata. L’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Veronica Mammì ha spiegato: «Stiamo vagliando con gli uffici ogni possibile soluzione per sostenere con ancora maggiore forza le persone più fragili sul nostro territorio, aumentando i posti dell’accoglienza e contenendo il più possibile gli spostamenti». Il Campidoglio ha specificato che all’interno delle strutture verranno seguiti i protocolli di sicurezza per evitare il contagio, ed ogni nuovo inserimento sarà preceduto da uno screening specifico che verificherà lo stato di salute delle singole persone accolte. Inoltre l’amministrazione capitolina ha fatto sapere di aver ampliato il servizio di distribuzione dei pasti a domicilio, facendoli passare da 600 a 800 al giorno. Al contempo tutte le varie mense sociali che sul territorio romano distribuiscono ogni mese circa 40.000 pasti, si sono attrezzate per continuare il loro servizio in ottemperanza alle norme di contenimento del contagio, facendo rispettare la distanza minima di sicurezza e trasformando molti dei pasti in pranzi e cene al sacco. Nonostante queste misure di contenimento la situazione resta purtroppo critica. I circa 450 posti attualmente messi a disposizione per l’accoglienza dei senza fissa dimora non bastano a fronteggiare l’emergenza, e spesso le circostanze rendono impossibile seguire i protocolli sanitari di sicurezza. Don Benoni Ambarus, direttore della Caritas di Roma, ha spiegato: «Le problematiche divengono di giorno in giorno sempre più complesse. Le persone arrivano in strutture non idonee a garantire le distanze di sicurezza, e non predisposte per ospitare h24 la gente. Allora escono in strada, ma vengono puntualmente fermati dalle forze dell’ordine». Gli appelli affinché l’amministrazione trovi soluzioni più efficaci sono arrivati da più parti. La Cgil di Roma e Lazio, la Cisl di Roma Capitale e Rieti e la Uil del Lazio hanno indirizzato una lettera alla sindaca in cui scrivono: «Riteniamo sia urgente la costituzione di una cabina di regia insieme ai sindacati e alla rete del volontariato e associazioni, dedicata alla gestione dell’emergenza coronavirus per i senza fissa dimora, per il loro bene e quello di tutta la comunità». In una situazione così tragica, Roma mostra tutti i suoi grandi limiti, ma anche il suo volto più luminoso. È impressionante lo sforzo che stanno producendo in questi giorni associazioni come Sant’Egidio, Caritas, Centro Astalli e molte altre, per attuare un servizio quanto più efficace possibile per i senza fissa dimora. «Le persone in questo periodo di emergenza hanno continuato ad esistere» hanno scritto sulla loro pagina Facebook i volontari di Baobab Experience, in un post dove raccontano di aver trovato in un piccolo b&b una sistemazione di fortuna per una famiglia ghanese/nigeriana composta da un uomo, una donna e tre bambini di 8, 5 e 3 anni, costretti a passare tre giorni e tre notti da incubo in strada. «E questa - scrivono i volontari - è solo una tra le infinite storie che intrecciano in questi giorni il loro percorso con Baobab Experience».

Giacomo Meingati

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
01/06 1591029780 Edilizia romana: «Oneri urbanizzazione e costi costruzione differiti al 2021»
01/06 1591029540 Controlli antidroga: carabinieri Roma Cassia arrestano tre persone per spaccio
01/06 1591029540 Atac lascia senza bus le spiagge libere di Castelporziano e Capocotta
01/06 1591029420 Imbarcazione in procinto di affondare salvata dalla Capitaneria di porto
01/06 1591029240 A Roma riaprono su prenotazione dal 3 giugno gli sportelli Tari di Ama
01/06 1591012560 Fattorini per consegne a domicilio: indagini in corso sui rapporti di lavoro
01/06 1591011900 Movida romana e litorale: 7mila controlli della Polizia Locale nel weekend
01/06 1591010700 Ubriaco minaccia la compagna incinta e la figlia minorenne di lei, arrestato
01/06 1591008960 Spaccio di "shaboo" a Trastevere: in manette un filippino, droga sequestrata
01/06 1590997380 Nascondevano cocaina e denaro in un B&B, arrestati due giovani pusher
01/06 1590996660 Roma ottiene dallo Stato 10 milioni per l'Idroscalo: edilizia sociale e ambiente
31/05 1590935520 Dieci positivi e sette decessi tra Roma e provincia: i dati delle Asl
31/05 1590917520 Roma, prorogata la chiusura dei centri sociali per anziani fino al 30 giugno
31/05 1590912780 Residenti segnalano spaccio: la Polizia arriva e arresta due pusher
31/05 1590910200 Tutte le regioni riapriranno dal 3 giugno: lo ha deciso il Governo
30/05 1590861780 'Lime' porta i monopattini elettrici a Roma. Ecco come funziona il noleggio
30/05 1590846060 Due soli nuovi contagi tra Castelli e litorale ma c'è anche una vittima
30/05 1590845520 Dal 2 giugno riaprono gli scavi di Ostia antica: visite solo con mascherine
30/05 1590845280 Tensioni per una manifestazione di estrema destra: forze dell'ordine schierate
30/05 1590836940 Scende sui binari metro e dice di essere stato spinto, ma era ubriaco
30/05 1590829680 Ferisce due addetti alla vigilanza in un centro di accoglienza. Arrestato 21enne
30/05 1590823080 Da martedì riaprono musei civici, Fori e Circo massimo
30/05 1590822180 I consigli comunali a Roma tornano dal vivo: addio alle videoconferenze
30/05 1590822060 In spiaggia a Ostia senza animali né sigarette: l'ordinanza del Campidoglio
29/05 1590766260 Acea, 165 milioni di utili agli azionisti e Tevere 'potabile: sale la protesta

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli