[X]
  [X]

la storia di Luca

Respinto al catechismo perché disabile

<
>
Il bambino al quale è stata negata la possibilità 
di frequentare il catechismo in una parrocchia dell'Aurelio
Il bambino al quale è stata negata la possibilità di frequentare il catechismo in una parrocchia dell'Aurelio
Il quartiere Aurelio
Il quartiere Aurelio

“Disabile è la società che emargina”: un concetto rimarcato da tante realtà che basano la propria missione sull’accoglienza, l’inclusione, il contrasto alla discriminazione, come le parrocchie ad esempio. Ma all’Aurelio un parroco sembrerebbe non pensarla proprio così. Nei giorni scorsi è stata respinta l’iscrizione al catechismo di un bambino affetto da distrofia muscolare. Il parroco avrebbe  asserito infatti che la parrocchia “non è un parcheggio per disabili, per mamme che cercano svago”.

Lo sfogo della mamma

La Pagina Facebook “Vorreiprendereiltreno” ha raccolto le dichiarazioni di Pia, la mamma, che riportiamo in parte: “Mi sento svuotata, colpita nel profondo, ho bisogno di raccontare la mia brutta esperienza a chi possa capire il senso del mio vuoto. Mio figlio Luca ha 9 anni e nonostante non possa camminare conduce una vita normale: va a scuola, ha tanti amici, esce, va al cinema. Luca è perfettamente inserito nella società. Oggi eravamo pronti per iniziare le lezioni di catechismo. Il sacerdote ci ha detto che Luca non poteva iscriversi in quanto disabile. Siamo stati mortificati e feriti da chi dell'accoglienza e l'inclusione dovrebbe farne una missione. Vorrei solo che si sappia che ci sono anche preti che indossano una tonaca senza avere un’anima”.

L'appello della Onlus

La onlus Vorreiprendereiltreno comunica a Il Caffè di Roma di esser stata contattata anche dal Vicariato, ma non c’è ancora nessuna soluzione: “Molti attraverso la nostra pagina denunciano situazioni di discriminazione o disavventure. Questi fatti vanno raccontati e segnalati, per questo abbiamo scelto di dare voce a chi non ce l’ha, in modo che le persone che subiscono un torto possano prendere coraggio e denunciare la presenza di barriere non solo architettoniche ma soprattutto mentali e culturali. È ora che il giornalismo si metta a disposizione delle vittime di discriminazione in tutti i sensi, come facciamo noi, senza guardare al riscontro personale o alla visibilità. Da sei anni aumentiamo di giorno in giorno, siamo apprezzati per ciò che facciamo perché crediamo che la gente riconosca in noi onestà intellettuale”. Il caso di Luca non è isolato; molte situazioni analoghe, però, non emergono. Un’eco l’ebbe il caso di un parroco che rifiutò la comunione ad un bimbo disabile; rispose Don Gallo, fondatore della Comunità San Benedetto di Genova, tuonando: “Non comprendo il suo gesto. Spezzare il pane deve far sentire tutti uguali. Com’è possibile non includere una persona sofferente? Quando accade ciò, nel dialogo tra chiesa e comunità dei fedeli, non si può parlare che di fallimento”.

La Convenzione ONU

La convenzione Onu per i diritti delle persone con disabilità stabilisce i criteri che gli Stati devono applicare per garantire diritti di uguaglianza ed inclusione. Inequivocabili i principi: "Promuovere, proteggere, garantire pieno ed uguale godimento dei diritti umani e di tutte le libertà fondamentali; promuovere il rispetto per la dignità, garantendo l'autonomia individuale, la non discriminazione, la piena ed effettiva partecipazione e inclusione nella società, l’accessibilità". Prevede inoltre che “i servizi e le strutture destinati alla popolazione siano messe a disposizione, su base di uguaglianza con gli altri e adattati ai loro bisogni". Perfino Bergoglio, nella giornata mondiale delle persone con disabilità, ha scritto:“Si constata la presenza della cultura dello scarto, molti sentono di esistere senza appartenere e senza partecipare. Questo chiede non solo di tutelare i diritti delle persone con disabilità e delle loro famiglie, ma ci esorta a rendere più umano il mondo rimuovendo ciò che impedisce loro una cittadinanza piena”. Su quali criteri il parroco dell’Aurelio, quindi, viola un sacrosanto diritto, offendendo peraltro? “Luca è stato offeso nella sua dignità, per la prima volta ci siamo sentiti diversi”: queste parole esteriorizzano una ferita consapevolmente arrecata. Recuperare terreno sul piano dei diritti e la tutela della dignità umana è compito di tutta la società civile, da praticare, sempre.

Francesca Zaccari

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
15:14 1585574040 Progetto Strade Nuove, al via la manutenzione di via Galeazzo Alessi
14:46 1585572360 1500 mascherine donate al Municipio I dall'Ass. Qiaoai dei Cinesi in Italia
14:38 1585571880 I risparmi dei buoni pasto non utilizzati a favore di iniziative di solidarietà
14:27 1585571220 Villa Paolina, ex convento, potrebbe diventare un condominio
14:20 1585570800 Il Coronavirus non ferma i cantieri del Centro di Roma
13:10 1585566600 Abbonamento treno non utilizzato per il coronavirus: c'è il diritto al rimborso
13:04 1585566240 Ecco il nuovo modulo per chiedere la sospensione dei mutui prima casa
12:46 1585565160 Coronavirus: calano nuovi casi a Roma e provincia. Picco superato
12:46 1585565160 Campidoglio, inizia la distribuzione di 20 mila mascherine
12:21 1585563660 Dal 1 aprile si può fare domanda per il bonus di 600 € (anche i professionisti)
12:15 1585563300 Stadio della Roma, Campidoglio in pressing sul Gruppo Parnasi
11:57 1585562220 Anziana sola in casa, non mangiava da giorni: chiede aiuto ai Carabinieri
11:38 1585561080 Ass. alle Infrastrutture: “Approfittiamo del covid per risistemare le strade”
11:20 1585560000 Denunciati gestori di due minimarket che vendevano mascherine non conformi
11:13 1585559580 Coronavirus, al via misure per prendersi cura anche dei senza fissa dimora
10:35 1585557300 Cosa manca di più ai romani e cosa stanno apprezzando? Vita in quarantena a Roma
10:05 1585555500 Dal Governo Conte a Roma oltre 15 milioni per buoni spesa e pacchi alimentari
10:02 1585555320 Appello degli asili privati del Lazio: rischiamo di chiudere definitivamente
10:02 1585555320 Due medici e due infermieri del Carcere di Rebibbia positivi al coronavirus
09:57 1585555020 Medici verso gli ospedali del nord in difficoltà: numeri record nel Lazio
09:49 1585554540 La Regione lancia 'Ticket Veloce', 8 milioni di € per la spesa dei romani poveri
09:45 1585554300 Coronavirus, anche in casa Raggi si fa la pizza: “Daje Roma”
09:38 1585553880 Coronavirus, il Papa celebrerà i riti di Pasqua senza ‘pubblico’
09:28 1585553280 Ibuprofene peggiora il Covid 19? Fake news smontata dall'Agenzia del farmaco
09:20 1585552800 Ville e Parchi di Roma, il Servizio Giardini a lavoro per la manutenzione

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli