[X]
  [X]

intervista al Pres. dell'ordine avvocati

Antonio Galletti:“Il sistema della Giustizia a Roma è in emergenza”

Antonio Galletti,
nuovo presidente dell'Ordine degli avvocati di Roma
Antonio Galletti, nuovo presidente dell'Ordine degli avvocati di Roma

L’avvocato Antonio Galletti è stato appena eletto nuovo presidente del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Roma, il più grande e importante d’Italia. Galletti è stato eletto con 3870 voti personali. Dei 25 posti da consiglieri, sedici andranno ai componenti della ‘Lista Galletti’, ossia quanti erano tutti i candidati della lista che l’ha sostenuto.

Benvenuto presidente. Cominciamo dal ‘solito’ problema: poco personale amministrativo? Le cancellerie penali e civili da lunedì 17 febbraio chiuderanno con un'ora di anticipo…

''Una situazione di emergenza, così l'avevo definita in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario e, quindi, addirittura prima della resa all'orario ridotto firmata dal presidente del Tribunale (civile e penale) di Roma Francesco Monastero”.

Addirittura una emergenza, presidente Galletti?

“Sì, a Roma è in corso una vera e propria emergenza del sistema giustizia. Per affrontarla occorrerebbero risorse straordinarie. Basta guardare lo stato materiale di conservazione degli edifici e la carenza cronica del personale più volte denunciata anche dai capi degli uffici giudiziari romani”.

Nella media nazionale...

“Il dato romano è significativo. Su 1.202 unità di personale previste nella pianta organica v’è una scopertura di oltre 400. Tra civile e penale mancano in servizio precisamente 412 unità. Al lavoro ce ne sono solo 790. I posti vacanti insomma sono oltre il 30 per cento. Nessuna azienda, pubblica o privata, per quanto virtuosa, neppure quelle della Silicon Valley, potrebbe garantire un perfetto funzionamento in una situazione simile”.

La giustizia in affanno, però, non è una novità non crede?

“E’ un vero e proprio miracolo che il sistema ancora regga. E ciò è possibile solo grazie all’eroico sacrificio di noi tutti: avvocati, magistrati e personale amministrativo. Sotto questo crinale va apprezzato l’impegno alle nuove assunzioni annunciato dal Ministro (Alfonso Bonafede, ndr), ma occorre intervenire immediatamente e non c’è tempo per attendere i futuri vincitori dei concorsi che saranno espletati nel triennio. L’avvocatura ha ovunque offerto la propria disponibilità, sia adeguandosi alle situazioni di disservizio, sia attraverso la supplenza delle istituzioni forensi locali, che hanno messo a disposizione importanti risorse economiche per fare fronte elle emergenze. Il solo Ordine forense romano oramai ha ben 13 unità di personale assegnate in supporto degli uffici giudiziari per consentirne il funzionamento ed evitarne il collasso. Altro che lucrare sulla prescrizione come raccontano i telepredicatori: gli avvocati romani pagano di tasca propria per consentire il funzionamento del sistema”.

Ora le cancellerie aperte part time.

“Il presidente del Tribunale, i cui appelli a rinforzare la pianta organica sono rimasti inascoltati, si è trovato costretto a chiudere le cancellerie con un'ora d'anticipo rispetto all'orario previsto per legge di 4 ore al giorno, a contingentare la durata delle udienze penali e a sospendere l'attività dell'Ufficio Corpi di Reato. Il servizio delle cancellerie non verrà interrotto solo perché, accogliendo la richiesta degli avvocati, alcuni presidi fissi resteranno aperti per la quarta ora, 2 nel civile e 3 nel penale. E ciò succede nel tribunale penale della Capitale, dove la carenza d'organico ormai sfiora il 35% del totale con percentuali del 50% per le qualifiche di direttore e funzionario.

Tempi lumaca anche per le nomine.

“La procura è scoperta da dieci mesi. Attualmente attendiamo la nomina del procuratore presso il Tribunale, quello presso la Corte di Appello e col pensionamento del dottor Luciano Panzani in questi giorni resteremo anche senza presidente della Corte di appello. Ad aprile invece scatterà il pensionamento di Francesco Monastero, presidente del Tribunale. Col rischio che si apra un vuoto per tutti e quattro i dirigenti apicali degli uffici giudiziari romani”.

Altri dati...

“C'è carenza anche di magistrati. Restando nel settore penale ne mancano una quindicina: ne sono presenti 136 su 151. Nel settore civile permangono vacanti ben diciotto posti nelle sezioni civili (su 142) e quattro nell’area lavoro (su 54). Considerando anche il settore requirente e la corte di cui si è già detto – così come riferito dal presidente Panzani - dovrebbe vedere l’incremento delle piante organiche maggiore fra tutti i distretti, ben 50 magistrati. In compenso ci sono da gestire numeri da record: 32.486 e il numero degli affari pervenuti nel 2019 (14.780 procedimenti penali,11.860 affari civili e 4.547 lavoro e previdenza) e quelli da trattare, 51.978 procedimenti penali pendenti e 34.165 affari civili, persona-famiglia e minori a cui si aggiungono 11.428 affari lavoro e previdenza pendenti. Perché carenze e inefficienze dovrebbero preoccupare gli avvocati? Perché c'è in ballo il diritto alla difesa e le nostre condizoni di lavoro per assicurare prestazioni professionali di qualità. Nel frattempo molti procedimenti penali sono definiti con la prescrizione e la nuova legge servirà solo a trasformare la situazione allarmante in impossibile”.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
18:03 1581872580 Salvate il centro Lucha y Siesta
16:00 1581865200 La Rustica vuole essere tutta del Municipio V
13:00 1581854400 La Villa dei Casamonica diventa la casa dell’autismo
10:29 1581845340 Colti mentre cercano di forzare la saracinesca di un negozio, arrestati
10:00 1581843600 Segregata in casa da 6 mesi per il montascale rotto
08:00 1581836400 Antonio De Santis: “Lavoriamo per cambiare culturalmente la Capitale”
06:00 1581829200 L’Istituto Comprensivo Rosmini ricorda la Grande Guerra
15/02 1581788040 Metro, scale mobili in panne a Furio Camillo
15/02 1581778800 Punti Roma Facile, nuovo centro ad Ottavia
15/02 1581768000 Chiusa l’area giochi del parco ripulita dai cittadini
15/02 1581764400 Sindaca Raggi e Assessore Meleo in soccorso dei cinesi di Roma
15/02 1581757380 A tutta velocità sul Raccordo con l'auto imbottita di 60 kg di droga: arrestato
15/02 1581757200 Nelle scuole della Balduina il cibo non si butta
15/02 1581750000 Tartaruga Ohana, sospeso lo sfratto
15/02 1581742800 Raggi: “Via le mele marce dalla Municipale”
14/02 1581692400 Prima Porta, sul rischio idraulico il XV è compatto
14/02 1581681600 Si “allarga” il Parco delle Valli a Conca d’Oro
14/02 1581678060 Eugenio Patanè :“Calenda sindaco di Roma? Ipotesi di discussione seria”
14/02 1581673800 Pax mafiosa per scongiurare guerra tra clan. Arrestati avvocato e un Casamonica
14/02 1581670800 Tiburtino 3°, quei lavori (mai iniziati) alle case Ater
14/02 1581663600 Parco Carlo Felice, “Raggi chieda scusa”
14/02 1581656400 I 3 nodi che il M5S non scioglie: rifiuti, porta a porta e la presenza di Ama
13/02 1581613200 Amministratore della fiera di Roma: “Siamo il turbo dell’economia di Roma”
13/02 1581607200 Ricercata in tutto il mondo per l'omicidio del marito, viene scovata a Roma
13/02 1581606000 Iniziato il percorso per riqualificare Testaccio

Atac mette in vendita un suo stabile

Salvate il centro Lucha y Siesta

Atac mette in vendita un suo stabile

«Lucha y Siesta è un caleidoscopio di attività, è una casa rifugio, un centro antiviolenza, una casa di...


Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli