[X]
  [X]

la ripavimentazione della piazza

Giuliano Dalmata si prepara alla Giornata del Ricordo

<
>
i lavori in corso
i lavori in corso

Il grande filosofo Seneca, già nel 4 a.C, scriveva: “Nessuna terra è un luogo d’esilio, ma una seconda patria”. Questa frase è rimasta ben nota nel cuore degli abitanti di un quartiere di Roma Sud, il Giuliano Dalmata, che in sé, tra le sue strade e i suoi abitanti, custodisce una storia importante, spesso poco conosciuta e cioè quella dell’esodo di migliaia di italiani istriani, fiumani e dalmati dalle loro città di Fiume, Zola e Pola e il loro successivo arrivo nella città di Roma, portando con sé nient’altro se non i soli documenti necessari. Giunte a Roma, le famiglie degli esuli si sono raccolte nell’ex quartiere operaio di Roma Sud, l’E42, trasformatosi poi nel tempo nel villaggio Giuliano Dalmata e poi nel noto ed attuale quartiere Giuliano Dalmata. La storia degli esuli racconta sia una di tragedia che una di rinascita. Infatti i tanti istriani, fiumani e dalmati hanno dovuto cancellare il loro passato e ricominciare da zero in una terra di tradizioni e lingua diverse. Una parte fondamentale nella loro rinascita l’hanno giocata anche i tanti romani delle campagne abbandonate dell’Eur che, nonostante la povertà ed il difficile periodo storico del secondo dopoguerra, hanno accolto gli esuli nelle proprie terre.

La giornata del Ricordo

La legittimazione dell’importanza di questa tragedia e della necessità di ricordarla è giunta solo di recente, con la legge 92 del 30 Marzo 2004 che vuole “conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale”. Ogni anno, dalla legittimazione, il 10 febbraio viene celebrata la giornata del Ricordo. La ripavimentazione della Piazza con i nomi degli Esuli Quest’anno il quartiere Giuliano Dalmata ospiterà oltre agli eventi tradizionali, anche una novità. Carmela Lalli, Assessore alla Scuola del Municipio IX, ha spiegato al Caffè di che cosa si tratta: “E’ arrivata la richiesta dalle associazioni di ricordare gli esuli attraverso la ripavimentazione della piazza Giuliani e Dalmati, di fronte alla chiesa San Marco evangelista con delle formelle riportanti i nomi delle famiglie degli esuli arrivate a Roma” ed ha aggiunto: “la proposta, con il nome di “Progetto famiglie e ricordo”, è stata subito approvata da me e dalla commissione perché una così importante realtà e tragedia storica merita di essere conosciuta e compresa da tutti”. Le piastrelle, installate tra i sampietrini della piazza Giuliani e  Dalmati, di fronte alla chiesa di San Marco Evangelista, saranno in travertino e comporranno visivamente il profilo della penisola istriana con le sue isole, mentre, al loro interno, riporteranno i nomi delle famiglie. Verrà inoltre apposta una targa commemorativa. Carmela Lalli ha commentato: “Sarà come siglare per sempre la loro presenza e l’ospitalità che le ha accolte a Roma” ed ha inoltre aggiunto: “Sono orgogliosa perchè si tratta del primo vero progetto nominale sia in Italia che nel loro luogo di origine”.

Le pietre

Saranno circa 200 (i lavori di installazione sono iniziati lunedi 3 febbraio), completamente autofinanziate dagli eredi delle famiglie esuli. La partecipazione al progetto è stata estremamente sentita, sia dai cittadini del quartiere che dagli eredi delle famiglie che, successivamente, si sono trasferiti in altri quartieri. Le associazioni che hanno preso parte sono Giuliano Dalmata nel Cuore ONLUS, Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia Roma, Associazione Cultura Fiumana Istriana e Dalmata Lazio, Associazione Sportiva Giuliana e Società Studi Fiumani.

La cerimonia di inaugurazione

Avverrà sabato 8 Febbraio alle ore 16 nella piazza Giuliani e  Dalmati. Dalle 14.30 dello stesso giorno si succederanno le tradizionali celebrazioni, con la deposizione della corona d’alloro sul monumento ai martiri delle Foibe, in piazzale Laurentina e sul monumento Cippo Carsico ai caduti Giuliani Dalmata su via Laurentina. Carmela Lalli rende inoltre noto che nei giorni successivi si replicherà il programma di visite guidate ai monumenti del quartiere, seguendo il percorso del ricordo, organizzate dagli studenti della Scuola Alberti nei confronti di altre classi di studenti. L’assessore Lalli sottolinea inoltre: “Questo evento è importante perché stimola la crescita e la consapevolezza storica e culturale di tutti” e, inoltre “non rimane fine a se stesso, ma la consapevolezza accompagnerà, attraverso il simbolo delle nuove pietre della piazza, un vero e proprio monumento, la vita di tutti i giorni dei cittadini”. La periferia di Roma si mostra, ancora una volta, uno scrigno ricco di tesori pronti a venire alla luce per coloro che hanno la curiosità di ampliare le proprie vedute e scoprirli.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
18:03 1581872580 Salvate il centro Lucha y Siesta
16:00 1581865200 La Rustica vuole essere tutta del Municipio V
13:00 1581854400 La Villa dei Casamonica diventa la casa dell’autismo
10:29 1581845340 Colti mentre cercano di forzare la saracinesca di un negozio, arrestati
10:00 1581843600 Segregata in casa da 6 mesi per il montascale rotto
08:00 1581836400 Antonio De Santis: “Lavoriamo per cambiare culturalmente la Capitale”
06:00 1581829200 L’Istituto Comprensivo Rosmini ricorda la Grande Guerra
15/02 1581788040 Metro, scale mobili in panne a Furio Camillo
15/02 1581778800 Punti Roma Facile, nuovo centro ad Ottavia
15/02 1581768000 Chiusa l’area giochi del parco ripulita dai cittadini
15/02 1581764400 Sindaca Raggi e Assessore Meleo in soccorso dei cinesi di Roma
15/02 1581757380 A tutta velocità sul Raccordo con l'auto imbottita di 60 kg di droga: arrestato
15/02 1581757200 Nelle scuole della Balduina il cibo non si butta
15/02 1581750000 Tartaruga Ohana, sospeso lo sfratto
15/02 1581742800 Raggi: “Via le mele marce dalla Municipale”
14/02 1581692400 Prima Porta, sul rischio idraulico il XV è compatto
14/02 1581681600 Si “allarga” il Parco delle Valli a Conca d’Oro
14/02 1581678060 Eugenio Patanè :“Calenda sindaco di Roma? Ipotesi di discussione seria”
14/02 1581673800 Pax mafiosa per scongiurare guerra tra clan. Arrestati avvocato e un Casamonica
14/02 1581670800 Tiburtino 3°, quei lavori (mai iniziati) alle case Ater
14/02 1581663600 Parco Carlo Felice, “Raggi chieda scusa”
14/02 1581656400 I 3 nodi che il M5S non scioglie: rifiuti, porta a porta e la presenza di Ama
13/02 1581613200 Amministratore della fiera di Roma: “Siamo il turbo dell’economia di Roma”
13/02 1581607200 Ricercata in tutto il mondo per l'omicidio del marito, viene scovata a Roma
13/02 1581606000 Iniziato il percorso per riqualificare Testaccio

Atac mette in vendita un suo stabile

Salvate il centro Lucha y Siesta

Atac mette in vendita un suo stabile

«Lucha y Siesta è un caleidoscopio di attività, è una casa rifugio, un centro antiviolenza, una casa di...


Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli