[X]
  [X]

garantiti per altri 8 mesi i servizi

Salvi (fino a Giugno) i 750 dipendenti del presidio sanitario Columbus

Tirano un sospiro di sollievo i 750 dipendenti del presidio sanitario Columbus entrati in agitazione a fine ottobre con l’approssimarsi della fine del contratto d’affitto da parte della Fondazione Policlinico che gestisce l’azienda.  Dopo la proroga della deadline dapprima al 31 dicembre e poi, dopo il recente tavolo in Prefettura fra le parti, al 30 giugno 2020, centinaia di operatori sanitari ed impiegati amministrativi del polo sanitario potranno assicurarsi il posto di lavoro per circa altri 8 mesi e gli utenti potranno continuare ad avvalersi delle cure prestate nel nosocomio, un’eccellenza nel campo della chirurgia della mano e della dialisi.  258 posti letto in meno, sono gli effetti della scure che potrebbe abbattersi infatti sulla già critica sanità romana con la paventata chiusura della casa di cura Columbus, per ora rimandata in extremis al prossimo giugno.

L’inizio della crisi

Dell’ospedale romano - situato nel XIV Municipio, sulla Pineta Sacchetti -  risale al 2015, quando, in seguito alla fallimentare gestione, venne rilevato dalla Fondazione Policlinico Gemelli attraverso l’affitto di ramo di azienda fino al 31 ottobre 2019, garantendo così la continuità dei 750 posti di lavoro e delle attività sanitarie, fiore all’occhiello della sanità romana. Nel 2018 la Fondazione Gemelli ha presentato anche un’offerta  per l’acquisto della clinica, che venne rifiutata dalla curatela fallimentare in quanto avvenuta mediante trattativa diretta e non in sede d’asta fallimentare. Nel 2019 due aste sono andate deserte a causa degli alti costi richiesti in quanto venne offerta, insieme al ramo d’azienda, anche la sede della clinica, all’interno dello stesso comprensorio del Gemelli, valutata 50 milioni di euro, prezzo ritenuto insostenibile dalla Fondazione del Policlinico, pronta invece a versare i 10,5 milioni richiesti per la casa di cura.

L’intervento della Regione Lazio

Fino alla fine dell’anno la chiusura era stata già sventata grazie  all’intervento della Regione Lazio che aveva prescritto alla Fondazione Policlinico Gemelli il proseguimento dell’attività sanitaria presso il Presidio Columbus per ragioni di tutela della salute,  fino al 31 dicembre 2019. Dopo la convocazione da parte del Prefetto della Fondazione Gemelli, dei curatori fallimentari della Columbus e dell’assessore regionale alla Sanità D’Amato, “il Giudice ha decretato che il ramo d’azienda sarà gestito dalla Fondazione Policlinico Gemelli fino al 30 giugno, come da quest’ultima proposto.”, si legge in un comunicato congiunto dei sindacati Cgil Cisl e Uil FP rivolto ai dipendenti della Columbus, dopo il tavolo in prefettura del 4 novembre. “Non vi è mai stata interruzione dell'attività assistenziale da parte del complesso integrato Columbus-Policlinico Gemelli – dichiara in una nota l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D’Amato - Ciò è stato confermato anche nella recente riunione in Prefettura con i curatori fallimentari e la Fondazione Policlinico Gemelli che pertanto prosegue senza interruzione nell'attività assistenziale e sanitaria”.

La procedura fallimentare

Nel frattempo prosegue la procedura fallimentare attraverso le aste pubbliche, ed i sindacati - che deplorano come la decisione del salvataggio sia giunta in extremis - continueranno a sensibilizzare la Fondazione Gemelli per una soluzione in via definitiva dell’annosa questione che porti all’acquisizione dell’ex clinica.

Laura Candeloro

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
18:00 1575565200 Il bilancio del Municipio 2, c'è la maggioranza ma non il numero legale
17:00 1575561600 “Reinventiamo San Lorenzo”, c’è tempo fino a febbraio
13:00 1575547200 Parco Baldoni, Rachele Mussolini: “Autogol? Fabiano nemmeno sceso in campo”
12:07 1575544020 Il fiuto dei cani antidroga li smaschera: arrestata coppia con 3 kg di marijuana
12:00 1575543600 Il Caos dei rifiuti a Roma: scontro totale M5s-Dem
11:44 1575542640 Lavoro in nero, furti e attività illegali: 4 arresti, 2 denunce e 2 segnalazioni
11:15 1575540900 Disinnescato un pacco bomba indirizzato al Viminale dai "Nemici dello stato"
10:55 1575539700 Picchia la madre perchè si rifiuta di fornirgli i soldi per la droga: arrestato
09:40 1575535200 Arrestata una giovane che doveva scontare più di 7 anni di carcere
09:31 1575534660 Nascondeva hashish nel bancone e nell'impianto elettrico del suo locale
08:38 1575531480 Desirée: via al processo. L'imputato ghanese chiede scusa e ritira la denuncia
08:12 1575529920 Accertati rapporti corruttivi tra funzionari pubblici e imprenditori
08:00 1575529200 Municipio I, passa la mozione sul “cognome materno”
06:00 1575522000 Punti Verdi Qualità: 1/2 miliardo di euro a carico dei romani
04/12 1575465420 Appostamenti dei Carabinieri nelle piazze di spaccio: 7 arresti
04/12 1575458160 Interrogatorio ad Anastasiya: "non sapevo di avere i soldi nello zaino"
04/12 1575457200 Arriva a Roma la mostra “Strade d’Arabia”
04/12 1575452820 10 cassonetti incendiati e un'autovettura: intervento dei vigili del fuoco
04/12 1575443160 Carabiniere aggredito dai tifosi della Lazio, in manette uno dei teppisti
03/12 1575392400 A Torpignattara i cassonetti diventano arte
03/12 1575374400 De Vito, ritorno in Aula a testa alta
03/12 1575372420 Smantellati interventi edilizi abusivi e rimossi 20 barili per bruciare la droga
03/12 1575372060 Arrestati 3 pusher e sequestrate cocaina, hashish e denaro contante
03/12 1575370800 Ferrovia Roma Nord, situazione al collasso. Protesta a Piazza del Popolo
03/12 1575363600 Scuole, la Zotta batte cassa al Governo Conte

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli