[X]
  [X]

I ristoratori lanciano la proposta

Contro i rifiuti in strada, isole spot e doppia raccolta

Rifiuti accatastati. Sacchi neri in terra. Spesso perfino aperti ed in balia del maltempo. Un panorama ormai comune nelle vie del centro storico, dove a pagare lo scotto di una raccolta non organizzata sono spesso i ristoratori per i quali la produzione di scarti, soprattutto alimentari, è più elevata rispetto a quella di un nucleo familiare. Il recente scandalo della mancata raccolta da parte di alcuni operatori appaltanti di Ama è solo l’ultimo tassello di un quadro generale molto più ampio, dove i rifiuti probabilmente rimarrebbero abbandonati anche se tutti operassero seguendo le attuali regole. Perché ad essere sbagliato è proprio il sistema con il quale è stata concepita la raccolta, secondo quanto denunciano alcuni ristoratori del centro storico. Che dalle pagine de ‘Il Caffè di Roma’ lanciano una proposta all’Ama.“E’ necessario che si creino delle isole ambientali ad orario, corrispondenti a specifiche aree. Dei singoli punti prestabiliti dove il camioncino della raccolta sosti un determinato lasso di tempo, durante il quale sono i ristoratori di quella zona a conferire i rifiuti. In questo modo siamo sicuri che vengano raccolti - spiega Roberta Pepi, ristoratrice del centro storico e rappresentante dell’associazione di categoria Roma Più Bella -. Un altro aspetto importante è rappresentato dal passaggio degli operatori che vengono a raccogliere presso il ristorante. Non è pensabile che si faccia un solo passaggio al giorno, devono farne due. I ristoranti vivono del doppio turno”. “È vero che gli operatori dovrebbero passare di notte – spiega ancora Pepi – ma la realtà dei fatti è che spesso noi ristoratori lasciamo i sacchi all’esterno proprio per consentire che vengano ritirati. Ma la mattina dopo ce li ritroviamo ancora lì. Per motivi igienici, non possiamo certo rimettere all’interno del locale delle buste che sono state tutta la notte all’aperto ed in terra. E che spesso il giorno seguente sono anche rotte. Haccp e Asl ci impongono standard che dobbiamo rispettare. Così come ci chiedono di smaltire a un ritmo più elevato di quanto non consenta la raccolta in questa città. Basti pensare che per indifferenziata e cartoni passano ogni tre giorni. Ma in un ristorante non è pensabile che si possa tenere questo genere di scarti per oltre ventiquattro ore”. E proprio la rottura dei contenitori è tra le ulteriori questioni che i ristoratori pongono all’Ama. “Il sacco dell'umido è specifico perché biodegradabile, ma si rompe facilmente. E questo vale ancor di più quando lo utilizziamo per il vetro. Sarebbero più utili dei bidoncini. E l’aspetto più assurdo è che questo sacco biodegradabile dovrebbe essere fornito in dotazione ma, in realtà, non ci viene mai lasciato. Dobbiamo richiederlo noi. E non è detto che ci venga dato, anzi. Il rotolo biodegradabile ha un prezzo 130 volte superiore a quello del sacco nero. Paghiamo la tassa sui rifiuti e avremmo diritto ad averlo in dotazione, perché l’Ama non ce lo lascia?”. “Il problema della mancata raccolta ha contrapposto ancora una volta residenti e commercianti. Un’opposizione ingiusta verso la società. In questo modo si creano buoni contro cattivi, ma siamo tutti parte dello stesso territorio. Il nostro obiettivo – conclude Pepi – è far conciliare le esigenze di entrambi”.

Barbara Laurenzi

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
08:59 1573631940 Emesse 13 ordinanze cautelari verso gli Ultras laziali "irriducibili"
08:43 1573630980 E' ufficiale: "Asili nido gratis da gennaio 2020 per gran parte delle famiglie"
12/11 1573578000 Umberto I, i sindacati chiedono condivisione
12/11 1573571340 Tentano la rapina in un esercizio commerciale, ma la fuga non va a buon fine
12/11 1573570800 Il Municipio I promuove il progetto “Corrispondenza”
12/11 1573560000 La festa del libro di Ostia diventa “social”
12/11 1573556400 Giunta Raggi attaccata da ‘nemici’ ed ‘ex amici’
12/11 1573554360 Proclamato sciopero Cotral Lunedì 18 Novembre
12/11 1573549800 Rintracciati i 3 Nomadi che ad Aprile avevano seminato i carabinieri in una fuga
12/11 1573545840 Arrestato "pusher-viaggiatore" per possesso di 4 Kg i marijuana e 1120 euro
12/11 1573545060 Interventi mirati in corso sulle caditoie, effettuate 2.000 operazioni
12/11 1573542000 “AniMIAMO i mercati”, successo per la kermesse del III
12/11 1573534800 Stazione del Divino Amore, un territorio in attesa
11/11 1573491600 Vigne Nuove, i residenti chiedono più attenzione
11/11 1573484580 Bonifica aree di Monte Stallonara, Parco di Centocelle ed ex discarica Lunghezza
11/11 1573473600 Ostia Antica, interrogazione sul Parco Archeologico
11/11 1573470000 Tensione a Borgo Testaccio: bloccato lo sgombero
11/11 1573462800 Sradicato l’albero di Borsellino: le condanne
11/11 1573460400 Arrestato in zona Casal Bruciato Claudio De Witt, narcotrafficante di spicco
11/11 1573458600 Roma-Nettuno: spray al peperoncino, borseggiatori e scippi. Appello a Zingaretti
11/11 1573457460 20 arresti per spaccio di droga e organizzazione criminale
11/11 1573456680 Le urla "Torna come me o ti ammazzo": arrestato stalker
11/11 1573455600 Il Municipio IX aderisce alla giornata mondiale delle malattie infiammatorie
11/11 1573448400 "Personale e assunzioni, Giunta Raggi al lavoro". Graduatorie e nuovi concorsi
10/11 1573405200 La Procura: Raggi e Baldissoni a testimoniare

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli