[X]
  [X]

Nessuna guida

Procura senza capo: si riparte da 3 candidati

Qualcosa si muove, in ambito nomine. Si è aperto il secondo round per dare un capo alla Procura di Roma, considerata coi suoi cento magistrati in servizio la più influente d'Italia e ‘scoperta’ da maggio, ovvero dal pensionamento di Giuseppe Pignatone che risale ormai a 6 mesi fa. Il Csm ha finalmente riaperto la partita. La Quinta commissione ha ascoltato a Palazzo dei Marescialli, sede del Consiglio Superiore della Magistratura, i magistrati candidati. Un tema ancora bollente considerato che a giugno aveva scatenato uno scandalo istituzionale e giudiziario senza precedenti: cinque togati costretti a dimettersi così come il Procuratore Generale della Cassazione, Riccardo Fuzio, che si è ritrovato indagato a Perugia per rivelazione di segreto d'ufficio assieme a Luca Palamara, pm di piazzale Clodio sospeso perché accusato di corruzione, e per di più ritenuto il grande manovratore per far optare per Roma a una nomina improntata alla discontinuità dalla linea Pignatone.

LO SCENARIO È CAMBIATO

Lo scenario ora è cambiato. Dopo lo scandalo che ha travolto il Csm nei mesi scorsi, il toto nomine per individuare il nuovo capo della Procura di Roma è uscito dalla cronaca dei giornali per continuare nelle stanze dei poteri. Intanto Giuseppe Pignatone, da pensionato, è stato nominato giudice del Papa in veste di Presidente del Tribunale del Vaticano, ritrovandosi per di più – ironia della sorte – come pm in aula Alessandro Diddi, l'avvocato di Salvatore Buzzi, il presunto gran corruttore delle coop considerato assieme al boss, Massimo Carminati, al vertice di Mafia Capitale. Una Mafia che mafia non era, come ha stabilito da pochi giorni la Corte di Cassazione, senza ormai lasciare ombre di dubbio.

VIA ALLE AUDIZIONI

Tra i primi candidati ad essere ascoltati Marcello Viola, il procuratore generale di Firenze che il 23 maggio aveva preso più voti (4 per precisione) dalla vecchia Commissione e che è stato il candidato sponsorizzato anche dal pm Palamara e dai parlamentari Pd Luca Lotti e Cosimo Ferri, ora passati con Italia Viva (non indagati). “Si vira su Viola”, aveva detto Lotti all'incontro notturno in un hotel romano con i cinque ormai ex togati del Csm. Ascoltato in prima battuta anche Francesco Lo Voi, procuratore di Palermo, di Magistratura Indipendente come Viola, che a maggio aveva preso un voto come Giuseppe Creazzo (procuratore capo a Firenze), ma partiva come favorito, ben visto soprattutto dai “pignatoniani”.

LA PAROLA ANCHE AL REGGENTE PRESTIPINO

Nella prima tornata è stato sentito pure Michele Prestipino, procuratore aggiunto a Roma, reggente da sei mesi di piazzale Clodio, magistrato di punta per anni  e fedelissimo di Pignatone, non votato cinque mesi fa, ma poi dato sempre più per favorito dai rumors degli ambiti giudiziari.

LA PARTITA SI È RIAPERTA

La partita, insomma, si è riaperta. Lo scandalo nomine durante le audizioni è stato lasciato fuori tranne che per una domanda rivolta a Viola: “Sapeva degli intrighi emersi con l'inchiesta di Perugia?”. Ossia saltati fuori dopo l'iscrizione di Palamara (ex presidente dell'Anm e consigliere del Csm fino al 2018, nel registro degli indagati, che grazie al trojan piazzato sul cellulare del magistrato ha rivelato i potenziali intrighi. “Ho appreso di quelle conversazioni dalla stampa”, ha spiegato il procuratore generale di Firenze, “Ne ero all'oscuro”. Come si vocifera nei corridoi di Palazzo Marescialli, sede del CSM,  il candidato che per più consiglieri avrebbe dato l'impressione di avere il polso della procura di Roma è stato comunque Prestipino, che da procuratore aggiunto ha seguito Pignatone prima a Reggio Calabria e poi a piazzale Clodio, e da maggio di fatto procuratore vicario. Viola invece è stato ritenuto “brillante”, mentre Lo Voi “deciso”. 

Valery Palmieri

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
12/11 1573578000 Umberto I, i sindacati chiedono condivisione
12/11 1573571340 Tentano la rapina in un esercizio commerciale, ma la fuga non va a buon fine
12/11 1573570800 Il Municipio I promuove il progetto “Corrispondenza”
12/11 1573560000 La festa del libro di Ostia diventa “social”
12/11 1573556400 Giunta Raggi attaccata da ‘nemici’ ed ‘ex amici’
12/11 1573554360 Proclamato sciopero Cotral Lunedì 18 Novembre
12/11 1573549800 Rintracciati i 3 Nomadi che ad Aprile avevano seminato i carabinieri in una fuga
12/11 1573545840 Arrestato "pusher-viaggiatore" per possesso di 4 Kg i marijuana e 1120 euro
12/11 1573545060 Interventi mirati in corso sulle caditoie, effettuate 2.000 operazioni
12/11 1573542000 “AniMIAMO i mercati”, successo per la kermesse del III
12/11 1573534800 Stazione del Divino Amore, un territorio in attesa
11/11 1573491600 Vigne Nuove, i residenti chiedono più attenzione
11/11 1573484580 Bonifica aree di Monte Stallonara, Parco di Centocelle ed ex discarica Lunghezza
11/11 1573473600 Ostia Antica, interrogazione sul Parco Archeologico
11/11 1573470000 Tensione a Borgo Testaccio: bloccato lo sgombero
11/11 1573462800 Sradicato l’albero di Borsellino: le condanne
11/11 1573460400 Arrestato in zona Casal Bruciato Claudio De Witt, narcotrafficante di spicco
11/11 1573458600 Roma-Nettuno: spray al peperoncino, borseggiatori e scippi. Appello a Zingaretti
11/11 1573457460 20 arresti per spaccio di droga e organizzazione criminale
11/11 1573456680 Le urla "Torna come me o ti ammazzo": arrestato stalker
11/11 1573455600 Il Municipio IX aderisce alla giornata mondiale delle malattie infiammatorie
11/11 1573448400 "Personale e assunzioni, Giunta Raggi al lavoro". Graduatorie e nuovi concorsi
10/11 1573405200 La Procura: Raggi e Baldissoni a testimoniare
10/11 1573398000 Piazza Guadalupe, da luogo di aggregazione a ritrovo per bivacchi e schiamazzi
10/11 1573387200 Inaugurato il Centro Giovanile municipale Polibò

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli