[X]
  [X]

progetto di ampliamento bocciato

Fiumicino, il Ministero boccia l’ampliamento dell’aeroporto

Sarà che parliamo di aerei, ma si è schiantato al suolo il progetto di ampliamento dell’aeroporto di Fiumicino. L’hub aeroportuale più grande e importante d’Italia, il nono d’Europa, in cui transitano quasi 43 milioni di passeggeri all’anno (dati 2018): pressapoco il doppio dell’aeroporto italiano numero due, ovvero Milano Malpensa. Ad annunciare la notizia il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino (Pd), da sempre contrario al progetto, che ha bruciato tutti sul tempo poche ore prima che la notizia rimbalzasse sulle agenzie di stampa nazionali e venisse ripresa da più fronti politici. A cominciare dallo stato maggiore laziale del M5s stelle fino ad esponenti della lista civica Zingaretti. Primo tra tutti, il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa: “Abbiamo fermato l’ampliamento dell’Aeroporto di Fiumicino – ha tuonato dai suoi profili social - sarebbe stata l’ennesima speculazione di cemento in un territorio già martoriato”. Il Ministero ha dunque stoppato la prima fase di quello che dal 2021 al 2044 sarebbe stato di fatto un raddoppio dell’aeroporto. Il progetto prevedeva, in particolare, la costruzione di una quarta e quinta pista, un nuovo terminal, infrastrutture varie di volo, viabilità e parcheggi. Ma c’era anche l’altro lato della medaglia: una colata di cemento sulla riserva statale del Litorale Romano, che si estende attorno al perimetro dell’hub aeroportuale. Proprio questo maxi piano di lottizzazione aveva fatto saltare sulla sedia più di qualche politico regionale.

STOP DAL MINISTERO

“La Commissione tecnica di verifica dell’impatto ambientale - si legge alla fine della relazione di quaranta pagine non ancora resa pubblica, ma che Il Caffè ha potuto verificare - esprime parere negativo circa la compatibilità ambientale del Progetto aeroporto di Fiumicino Master Plan 2030”. Un semaforo rosso da parte dei tecnici ministeriali, arrivato oltre due anni dopo dall’inizio del procedimento di valutazione di impatto ambientale sul maxi-progetto di espansione sul versante nord-est.  Tutto frutto della convenzione da 12 miliardi, con scadenza nel 2044, firmata nel 2012 dal Governo Monti con AdR-Aeroporti di Roma, la società che gestisce in concessione l’aeroporto Leonardo da Vinci e che è controllata per il 99,4% da Atlantia, il colosso societario dei ‘signori delle autostrade’, ovvero la famiglia Benetton. E proprio i Benetton, che sette anni fa hanno ottenuto un ricco aumento delle tariffe aeroportuali (+60%), sono i proprietari di 900 dei 1300 ettari su cui sarebbe dovuto ricadere l’ampliamento.  Ergo, sarebbero stati espropriati con soldi pubblici dei terreni, a destinazione agricola, di proprietà di chi poi, una volta completate le opere, avrebbe realizzato profitti in virtù della concessione ultradecennale. Insomma, un affarone per Atlantia e i Benetton, su cui però si è abbattuto il ‘niet’ della commissione ministeriale, che reputa incompatibile l’opera con i vincoli ambientali dettati dalla presenza di aree protette ricadenti nella Riserva del Litorale Romano.

LA GIOIA DEI... FUORIPISTA

Una questione arcinota, da anni al centro delle battaglie del Comitato Fuoripista, formato da cittadini e professionisti che nel tempo hanno presentato una mole infinita di osservazioni al progetto. E che oggi esultano di fronte alla bocciatura. “Quasi la totalità dei 1300 ettari su cui sarebbe dovuto essere messo in cantiere il master plan - ci spiega Hilda Girardet, membro del comitato, che si è occupata di produrre la documentazione riguardante i vincoli presenti sull’area - ricade all’interno del perimetro della Riserva. Stiamo parlando – continua – di zone protette di tipo 1, in cui non sono ammessi  interventi di modificazione del territorio e urbanizzazione, e di tipo 2, in cui invece sono sì ammessi interventi, ma solo in funzione dell’area naturale”. Questo AdR ed Enac, l’Ente nazionale per l’aviazione civile, lo sapevano bene. E non stupiscono, dunque, le motivazioni del Ministero dietro al parere negativo, che si concentrano attorno ad un diktat ben preciso: un potenziamento delle infrastrutture è necessario, ma si deve costruire all’interno del sedime dell’aeroporto, sfruttando gli oltre 100mila mq non ancora utilizzati a pieno e, soprattutto, non invadendo aree protette e vincolate.  Che, in sostanza, è quello che propone il progetto alternativo, depositato agli atti dal Comitato ed elaborato da Robert Di Leo, tecnico esperto di logistica aeroportuale.  E mentre AdR fa sapere che è in corso la revisione del progetto, il ‘sacco’ della Riserva del Litorale Romano sembra essere,  per il momento, scongiurato.

Alessandro Martufi

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
11:54 1590400440 Ruba un navigatore da un'auto nel parcheggio della parrocchia: arrestato
11:39 1590399540 Sgomberati i migranti di Baobab davanti alla stazione Tiburtina: 26 identificati
11:30 1590399000 In Ama quattro persone colpite da Covid: «Messe in campo tutte le protezioni»
10:04 1590393840 Da domani a Fiumicino nuove modalità di accesso allo scalo aeroportuale
08:59 1590389940 Cognato di Spada gambizzato, l'ipotesi: una guerra per il controllo di Ostia
08:40 1590388800 Oggi riaprono palestre e piscine: ecco le regole da rispettare
08:21 1590387660 17mila controlli e 60 irregolarità a Roma. Assembramenti a Ostia
08:13 1590387180 60mila assistenti civici faranno rispettare il distanziamento: arriva il bando
07:07 1590383220 Cinema, con il drive in si parte a luglio. Ecco location e numeri
06:20 1590380400 Santa Maria della Pietà, braccio di ferro per il Padiglione 31
24/05 1590340200 Stazione Tuscolana, slitta a luglio la manifestazione d’interesse
24/05 1590328980 9 positivi nella Capitale nelle ultime 24 ore, cala la curva del contagio
24/05 1590328800 "Scuola, al lavoro per riaprire le scuole di Roma ma in assoluta sicurezza”
24/05 1590324780 Malagrotta bis, la battaglia dei cittadini continua al Consiglio di Stato
24/05 1590321600 Parchi come le giungle, ma non ci sono giardinieri
24/05 1590313380 Scoppia la guerra ‘politica’ per il controllo della neve (e l’acqua) di Roma
24/05 1590308100 “Roma abbondonata dalla Giunta Raggi”. Rachele Mussolini accusa Amministrazione
24/05 1590307380 In manette 15 pusher, sequestrati 2 kg di stupefacenti e 9mila € in contanti
24/05 1590307200 Agostina Pietrantoni, ecco la storia della santa degli infermieri
24/05 1590292800 A Val Melaina il virus non ha fermato il degrado
24/05 1590292200 Commissione Commercio: più spazio all’aperto, zero tasse e pratiche molto veloci
23/05 1590253200 Finisce il Lockdown ma torna l’incubo disagi sulla ferrovia Roma Nord
23/05 1590242220 Solo 5 nuovi casi positivi al coronavirus a Roma: dato più basso dal 10 marzo
23/05 1590241980 Ritrovate le ceneri di Elena Aubry rubate dal Verano il 6 maggio
23/05 1590230580 In casa droga, armi e testi inneggianti a nazismo: arrestato 24enne

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli