[X]
  [X]

La droga impatta la vita di tutti

Narco-Roma: la città è segnata dalla droga

Assuefatta a immagini dure e dolorose com’è ormai da tempo, l’opinione pubblica, di fronte alle lacrime di Alfonso Sacchi durante la conferenza stampa sulla morte di suo figlio Luca, quasi non si sciocca più, ed ogni parola intorno a quel volto di padre, che cerca nella memoria di suo figlio morto la forza per continuare a parlare, rischia l’irrispettoso scivolamento nella sterile retorica. Lo sparo che ha ucciso il ventiquattrenne Luca Sacchi però fa rumore, un rumore assordante, e riporta di nuovo l’attenzione collettiva su una questione centrale della Roma del nostro tempo: la droga, e la sua pervasività tra i più giovani. Seppur complessa e tutta ancora da ricostruire, e quindi difficile da commentare nello specifico, la vicenda della morte di Luca, ucciso all’Appio Latino con un colpo di pistola alla testa, ha già acceso di fatto i riflettori sull’enorme giro d’affari della droga nella capitale, e sui circa 34 clan che lo gestiscono, dividendosi il controllo dello spaccio.

Qual’è la situazione della droga a Roma?

Il business degli stupefacenti è senza dubbio una gallina dalle uova d’oro, se si pensa che le 100 piazze di spaccio in cui è diviso il territorio capitolino, fruttano qualcosa come 365 milioni di euro l’anno, cioè un milione di euro al giorno, tra eroina, cocaina, hashish, marijuana e droghe sintetiche. Questi numeri, già eclatanti di per sé, in strada poi diventano storie, persone, volti ed hanno un impatto tale da segnare in modo tangibile la realtà della gente e soprattutto dei più giovani. Questi numeri si concretizzano nelle pasticchette viola, gialle, verdi e blu, smerciate con timore, adrenalina ed eccitazione durante le ricreazioni in scuole di ogni tipo, dalle statali alle private ed addirittura a quelle gestite dai religiosi; e consumate poi nei bagni delle discoteche. Questi numeri si trasformano in video che passano di smartphone in smartphone, di ragazze di quindici o sedici anni, figlie di banchieri, avvocati, notai, medici, e vengono girati e condivisi per ostentare gli effetti delle droghe più varie. Questi numeri sono  reali come il ragazzetto che prende una dose eccessiva di droghe sintetiche e le mischia con troppo alcol, e non torna più indietro, o le centinaia, migliaia di migranti arruolati come manovalanza di spaccio, come è evidente in piazze come Testaccio o San Lorenzo, che lavorando per i clan riescono a guadagnare cifre che sarebbero miraggi se dovessero rimanere a spazzare le foglie cadute sulle strade sperando nell’elemosina.

La colpa è in parte delle famiglie?

Il problema non riguarda però soltanto questi aspetti, e non impatta solo nelle vite dei più giovani. Il territorio ci parla di genitori che non solo si dimostrano sempre meno attaccati ai valori moralisti, al punto da non parlare neanche più alle generazioni dei loro figli, e quindi sono sempre più ammiccanti e permissivi con i figli adolescenti, ma che spesso sono in prima persona consumatori delle sostanze stupefacenti.

Le gravi ripercussioni sui figli neonati  

In questo contesto si inseriscono i casi, certo estremi ma costanti nel tempo ed in aumento, dei neonati che nascono già in crisi di astinenza, perché le mamme non rinunciano alla cocaina neanche quando sono in dolce attesa. Ce ne sono quattro solo al Policlinico Casilino, ricoverati in questi ultimi giorni nel reparto di terapia intensiva neonatale tutti per lo stesso motivo. Sono positivi alla cocaina. Il fenomeno non è d’altronde solo romano: a Milano nell’ultimo mese ci sono stati sei casi accertati, a Grosseto ce ne sono stati due negli ultimi quindici giorni, al Careggi di Firenze ci sono almeno una decina di casi l’anno, e l’elenco potrebbe continuare. Il vicepresidente della Società Italiana di Neonatologia, e primario proprio del Policlinico Casilino, Piermichele Paolillo, ha spiegato: «Ci capiteranno almeno una ventina di casi ogni anno di bambini positivi alle sostanze stupefacenti, con picchi di ricoveri come in questo momento». Ogni giudizio moralistico è fiato sprecato e l’ostinarsi ad ostentare trasgressioni quando ormai tutti i vecchi valori sono crollati diventa ogni giorno più ridicolo. Il problema è reale, in strada, e diventa subito culturale. Le strade di Roma ci mostrano che in esse la mutazione antropologica e il ribaltamento totale di tutti i valori che Pasolini denunciava già nei primi anni 70 ormai sono diventati cronaca quotidiana. 

Giacomo Meingatti

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
12:50 1590403800 Giallo sul bonus di 600 € ai professionisti: spetta anche per aprile e maggio?
11:54 1590400440 Ruba un navigatore da un'auto nel parcheggio della parrocchia: arrestato
11:39 1590399540 Sgomberati i migranti di Baobab davanti alla stazione Tiburtina: 26 identificati
11:30 1590399000 In Ama quattro persone colpite da Covid: «Messe in campo tutte le protezioni»
10:04 1590393840 Da domani a Fiumicino nuove modalità di accesso allo scalo aeroportuale
08:59 1590389940 Cognato di Spada gambizzato, l'ipotesi: una guerra per il controllo di Ostia
08:40 1590388800 Oggi riaprono palestre e piscine: ecco le regole da rispettare
08:21 1590387660 17mila controlli e 60 irregolarità a Roma. Assembramenti a Ostia
08:13 1590387180 60mila assistenti civici faranno rispettare il distanziamento: arriva il bando
07:07 1590383220 Cinema, con il drive in si parte a luglio. Ecco location e numeri
06:20 1590380400 Santa Maria della Pietà, braccio di ferro per il Padiglione 31
24/05 1590340200 Stazione Tuscolana, slitta a luglio la manifestazione d’interesse
24/05 1590328980 9 positivi nella Capitale nelle ultime 24 ore, cala la curva del contagio
24/05 1590328800 "Scuola, al lavoro per riaprire le scuole di Roma ma in assoluta sicurezza”
24/05 1590324780 Malagrotta bis, la battaglia dei cittadini continua al Consiglio di Stato
24/05 1590321600 Parchi come le giungle, ma non ci sono giardinieri
24/05 1590313380 Scoppia la guerra ‘politica’ per il controllo della neve (e l’acqua) di Roma
24/05 1590308100 “Roma abbondonata dalla Giunta Raggi”. Rachele Mussolini accusa Amministrazione
24/05 1590307380 In manette 15 pusher, sequestrati 2 kg di stupefacenti e 9mila € in contanti
24/05 1590307200 Agostina Pietrantoni, ecco la storia della santa degli infermieri
24/05 1590292800 A Val Melaina il virus non ha fermato il degrado
24/05 1590292200 Commissione Commercio: più spazio all’aperto, zero tasse e pratiche molto veloci
23/05 1590253200 Finisce il Lockdown ma torna l’incubo disagi sulla ferrovia Roma Nord
23/05 1590242220 Solo 5 nuovi casi positivi al coronavirus a Roma: dato più basso dal 10 marzo
23/05 1590241980 Ritrovate le ceneri di Elena Aubry rubate dal Verano il 6 maggio

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli