[X]
  [X]

La droga impatta la vita di tutti

Narco-Roma: la città è segnata dalla droga

Assuefatta a immagini dure e dolorose com’è ormai da tempo, l’opinione pubblica, di fronte alle lacrime di Alfonso Sacchi durante la conferenza stampa sulla morte di suo figlio Luca, quasi non si sciocca più, ed ogni parola intorno a quel volto di padre, che cerca nella memoria di suo figlio morto la forza per continuare a parlare, rischia l’irrispettoso scivolamento nella sterile retorica. Lo sparo che ha ucciso il ventiquattrenne Luca Sacchi però fa rumore, un rumore assordante, e riporta di nuovo l’attenzione collettiva su una questione centrale della Roma del nostro tempo: la droga, e la sua pervasività tra i più giovani. Seppur complessa e tutta ancora da ricostruire, e quindi difficile da commentare nello specifico, la vicenda della morte di Luca, ucciso all’Appio Latino con un colpo di pistola alla testa, ha già acceso di fatto i riflettori sull’enorme giro d’affari della droga nella capitale, e sui circa 34 clan che lo gestiscono, dividendosi il controllo dello spaccio.

Qual’è la situazione della droga a Roma?

Il business degli stupefacenti è senza dubbio una gallina dalle uova d’oro, se si pensa che le 100 piazze di spaccio in cui è diviso il territorio capitolino, fruttano qualcosa come 365 milioni di euro l’anno, cioè un milione di euro al giorno, tra eroina, cocaina, hashish, marijuana e droghe sintetiche. Questi numeri, già eclatanti di per sé, in strada poi diventano storie, persone, volti ed hanno un impatto tale da segnare in modo tangibile la realtà della gente e soprattutto dei più giovani. Questi numeri si concretizzano nelle pasticchette viola, gialle, verdi e blu, smerciate con timore, adrenalina ed eccitazione durante le ricreazioni in scuole di ogni tipo, dalle statali alle private ed addirittura a quelle gestite dai religiosi; e consumate poi nei bagni delle discoteche. Questi numeri si trasformano in video che passano di smartphone in smartphone, di ragazze di quindici o sedici anni, figlie di banchieri, avvocati, notai, medici, e vengono girati e condivisi per ostentare gli effetti delle droghe più varie. Questi numeri sono  reali come il ragazzetto che prende una dose eccessiva di droghe sintetiche e le mischia con troppo alcol, e non torna più indietro, o le centinaia, migliaia di migranti arruolati come manovalanza di spaccio, come è evidente in piazze come Testaccio o San Lorenzo, che lavorando per i clan riescono a guadagnare cifre che sarebbero miraggi se dovessero rimanere a spazzare le foglie cadute sulle strade sperando nell’elemosina.

La colpa è in parte delle famiglie?

Il problema non riguarda però soltanto questi aspetti, e non impatta solo nelle vite dei più giovani. Il territorio ci parla di genitori che non solo si dimostrano sempre meno attaccati ai valori moralisti, al punto da non parlare neanche più alle generazioni dei loro figli, e quindi sono sempre più ammiccanti e permissivi con i figli adolescenti, ma che spesso sono in prima persona consumatori delle sostanze stupefacenti.

Le gravi ripercussioni sui figli neonati  

In questo contesto si inseriscono i casi, certo estremi ma costanti nel tempo ed in aumento, dei neonati che nascono già in crisi di astinenza, perché le mamme non rinunciano alla cocaina neanche quando sono in dolce attesa. Ce ne sono quattro solo al Policlinico Casilino, ricoverati in questi ultimi giorni nel reparto di terapia intensiva neonatale tutti per lo stesso motivo. Sono positivi alla cocaina. Il fenomeno non è d’altronde solo romano: a Milano nell’ultimo mese ci sono stati sei casi accertati, a Grosseto ce ne sono stati due negli ultimi quindici giorni, al Careggi di Firenze ci sono almeno una decina di casi l’anno, e l’elenco potrebbe continuare. Il vicepresidente della Società Italiana di Neonatologia, e primario proprio del Policlinico Casilino, Piermichele Paolillo, ha spiegato: «Ci capiteranno almeno una ventina di casi ogni anno di bambini positivi alle sostanze stupefacenti, con picchi di ricoveri come in questo momento». Ogni giudizio moralistico è fiato sprecato e l’ostinarsi ad ostentare trasgressioni quando ormai tutti i vecchi valori sono crollati diventa ogni giorno più ridicolo. Il problema è reale, in strada, e diventa subito culturale. Le strade di Roma ci mostrano che in esse la mutazione antropologica e il ribaltamento totale di tutti i valori che Pasolini denunciava già nei primi anni 70 ormai sono diventati cronaca quotidiana. 

Giacomo Meingatti

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
12/11 1573578000 Umberto I, i sindacati chiedono condivisione
12/11 1573571340 Tentano la rapina in un esercizio commerciale, ma la fuga non va a buon fine
12/11 1573570800 Il Municipio I promuove il progetto “Corrispondenza”
12/11 1573560000 La festa del libro di Ostia diventa “social”
12/11 1573556400 Giunta Raggi attaccata da ‘nemici’ ed ‘ex amici’
12/11 1573554360 Proclamato sciopero Cotral Lunedì 18 Novembre
12/11 1573549800 Rintracciati i 3 Nomadi che ad Aprile avevano seminato i carabinieri in una fuga
12/11 1573545840 Arrestato "pusher-viaggiatore" per possesso di 4 Kg i marijuana e 1120 euro
12/11 1573545060 Interventi mirati in corso sulle caditoie, effettuate 2.000 operazioni
12/11 1573542000 “AniMIAMO i mercati”, successo per la kermesse del III
12/11 1573534800 Stazione del Divino Amore, un territorio in attesa
11/11 1573491600 Vigne Nuove, i residenti chiedono più attenzione
11/11 1573484580 Bonifica aree di Monte Stallonara, Parco di Centocelle ed ex discarica Lunghezza
11/11 1573473600 Ostia Antica, interrogazione sul Parco Archeologico
11/11 1573470000 Tensione a Borgo Testaccio: bloccato lo sgombero
11/11 1573462800 Sradicato l’albero di Borsellino: le condanne
11/11 1573460400 Arrestato in zona Casal Bruciato Claudio De Witt, narcotrafficante di spicco
11/11 1573458600 Roma-Nettuno: spray al peperoncino, borseggiatori e scippi. Appello a Zingaretti
11/11 1573457460 20 arresti per spaccio di droga e organizzazione criminale
11/11 1573456680 Le urla "Torna come me o ti ammazzo": arrestato stalker
11/11 1573455600 Il Municipio IX aderisce alla giornata mondiale delle malattie infiammatorie
11/11 1573448400 "Personale e assunzioni, Giunta Raggi al lavoro". Graduatorie e nuovi concorsi
10/11 1573405200 La Procura: Raggi e Baldissoni a testimoniare
10/11 1573398000 Piazza Guadalupe, da luogo di aggregazione a ritrovo per bivacchi e schiamazzi
10/11 1573387200 Inaugurato il Centro Giovanile municipale Polibò

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli