[X]
  [X]

E' la prima in Italia

Via della Lungara, nasce la “Farmacia di Strada”

la farmacia di strada di via della Lungara (Foto Assogenerici)
la farmacia di strada di via della Lungara (Foto Assogenerici)

Una battaglia contro la povertà, a partire dalla salute. In via della Lungara, nel centro di accoglienza gestito dai volontari del carcere di Regina Coeli (Vo.Re.Co. onlus) ha aperto i battenti il 16 settembre, grazie a Medicina solidale, Banco Farmaceutico, Assogenerici, Fofi, Elemosineria vaticana e Ateneo di Tor Vergata, la prima “Farmacia di strada”. Un progetto di solidarietà e raccolta di farmaci diretto agli indigenti partito lo scorso anno grazie al lavoro di tanti farmacisti volontari e coronato con l’inaugurazione del punto di dispensazione.

I numeri del progetto – Secondo le stime di Medicina solidale sono quasi 9mila le confezioni di medicinali, per un valore totale di più di 88mila euro, a disposizione per l’armadio farmaceutico solidale, che vede analgesici, antipiretici, antiipertensivi e gastrointestinali tra i medicinali più richiesti. Per essere esatti, 7mila372 le confezioni, per un valore di quasi 67mila euro, donati dalle aziende aderenti ad Assogenerici. Più 1.566 del valore di circa 22mila euro donati dalle aziende che collaborano con Banco farmaceutico.

Come è nata l’idea - “L’idea della farmacia di strada – racconta al Caffè di Roma padre Vittorio Trani, cappellano di Regina Coeli e presidente di Vo.Re.Co. – è nata all’interno del centro di accoglienza che in via della Lungara ha aperto anni fa, e che ospita una serie di servizi a vantaggio di chi è in mezzo alla strada. Qui, cinque anni fa è nata la collaborazione con Medicina solidale: è venuto spontaneo pensare di avere la possibilità di fornire medicine a queste persone in difficoltà che non hanno diritto ad accedere al sistema sanitario nazionale”. In tutto, al momento sono 32 le categorie terapeutiche coperte e 17 le aziende donatrici che hanno collaborato per trovare una soluzione al mancato accesso alle cure. Che riguarda non poche persone: secondo i dati Istat sono più di 4 milioni gli italiani che rinunciano alle prestazioni sanitarie per problemi di reddito. Un “popolo di zainetti”: così padre Trani definisce l’esercito di bisognosi che hanno persino timore di recarsi al pronto soccorso perché sprovvisti di tesserino sanitario. “Lo zainetto che si portano dietro – sottolinea - è molto spesso tutto quello che hanno. Sono italiani e stranieri, che hanno perso il lavoro oppure che sono in condizioni di indigenza magari dopo una separazione, comunque persone ai margini. E specie quando si ha una certa età, è davvero molto difficile reinserirsi. Per loro, comincia così il peregrinare da un centro ad un altro per cercare di sopravvivere”. La farmacia di strada della Capitale è la prima in Italia. E padre Trani non nasconde la speranza che centri come questo sorgano anche in altre città. “Se la struttura pubblica non arriva o non ha una ramificazione tale da poter raggiungere chi sta ai margini, è auspicabile e lodevole che iniziative come questa nascano dai privati. Sarebbe un grosso segno di civiltà”. E aggiunge: “I quartieri pullulano di gente che sta in mezzo alla strada, che ha bisogno. Dobbiamo educarci ad aprire gli occhi”. A cominciare dalla sanità. Elena Paparelli

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
11/12 1576085040 Pesta la moglie per gelosia: la Polizia sequestra all'uomo la collezione di armi
10/12 1575984660 3 kg e 200 gr di marijuana sequestrati a Trastevere con 3 arresti ed 1 denuncia
10/12 1575984480 Nascondeva la droga negli slip: scattata la perquisizione anche nell'abitazione
10/12 1575983880 Rapina una donna anziana ma lascia un'impronta: scovato dai Carabinieri
10/12 1575975420 Ruba 14 bottiglie di whisky, per scappare ne lancia 1 verso lo staff del negozio
10/12 1575961560 Manifestazione dei lavoratori ArcelorMittal a Roma
10/12 1575954000 La rivolta della mensa: lavoratori in piazza
09/12 1575904620 Tenta di rubare l'incasso di un distributore di benzina armato di un estintore
09/12 1575903840 Operazione ad alto impatto: 3360 persone e 2546 veicoli controllati
09/12 1575903060 Lo prendono a calci e pugni in volto per sottrargli il portafoglio e fuggire
09/12 1575896340 Controlli ad alto impatto alla stazione termini: 10114 persone controllate
09/12 1575890820 Cassonetti ed auto a fuoco: immediato intervento e più controlli della Polizia
09/12 1575889200 Il Centro Anziani Laurentina, con ben 2018 iscritti, apre le porte al Caffè
09/12 1575882000 Riserva Naturale di Decima Malafede, in consiglio regionale per l'approvazione
09/12 1575879600 Incendio a Mostacciano: intervengono i vigili del fuoco
09/12 1575876360 Blatte, sporcizia, cibo confezionato mal surgelato: chiusi due locali a Colombo
09/12 1575875880 Accese le luci di Spelacchio a piazza Venezia: in migliaia hanno partecipato
09/12 1575875520 Donna al volante non si ferma all'alt dei carabinieri, trovata con la cocaina
09/12 1575874800 Il Parco del Tintoretto torna ad essere una realtà
09/12 1575867600 La decisione definitiva sull'acquario di Roma
09/12 1575867600 Pres. commissione Cultura: “Cultura e Turismo per il rilancio di Roma”
08/12 1575820800 Ponte di Nona, la rotonda la “adotta” un commerciante
08/12 1575806400 “Falcognana non si piega”: No alla discarica
08/12 1575802800 Stadio della Roma, a rischio fallimento una società di Parnasi
08/12 1575795600 Via Siderno, consegnato il Centro Polifunzionale

Sport


Inchieste
[+] Mostra altri articoli