[X]
  [X]

Anticoli: "Pronta una Class Action"

La metro Barberini riapre a Natale, (Forse)

 il presidente delle Associazioni Roma Produttiva e Botteghe storiche di Roma Giulio Anticoli
il presidente delle Associazioni Roma Produttiva e Botteghe storiche di Roma Giulio Anticoli

“Se continua così, è probabile una class action”. Sono sul piede di guerra i commercianti del centro storico che operano nei pressi della metro Barberini, penalizzati dalla prolungata chiusura della stazione. Uno stop che dura dal 23 marzo scorso e non sembra destinato a risolversi a breve. Proprio in questi giorni Atac ha annunciato che la ripresa del servizio potrebbe andare oltre novembre per avvicinarsi al Natale. Se confermata, la notizia si tradurrebbe in un ulteriore danno per gli esercenti delle vie limitrofe, privati del principale mezzo di collegamento proprio nel periodo tradizionalmente dedicato alle spese per le festività.  Già nel mese di giugno, gli esercenti avevano inviato a Campidoglio e Atac una lettera di intimazione e messa in mora per sottolineare i danni economici legati alla chiusura della fermata della linea A. Ma non è escluso che i commercianti decidano di fare fronte comune. “Fino ad oggi, le azioni intentate per danni dagli esercenti verso Atac e il Comune sono state avviate in forma individuale. Si era ipotizzata una class action ed è possibile che si proceda in tal senso, se si continua ad arrecare danni così gravi al commercio in questo quadrante” spiega Giulio Anticoli, presidente delle associazioni Roma Produttiva e Botteghe storiche di Roma . “Parallelamente alla chiusura della fermata Barberini, è stata ampliata anche la Ztl nel centro storico. Invece di agevolare il passaggio delle persone, a fronte di un mancato servizio, si è creato un aggravante. È evidente che, se i canali di comunicazione e di accesso al centro vengono interrotti, automaticamente il commercio si blocca. È sempre stato così. Nell'antica Roma si costruivano le strade per facilitare il commercio. Nella Roma moderna, invece, si mettono degli ostacoli”. “Questa situazione svantaggia le attività produttive. L'ho fatto presente in Campidoglio e in particolare all'assessore al Commercio Carlo Cafarotti, con il quale sto lavorando per il piano di sviluppo economico della città. Stiamo vivendo una situazione paradossale nella quale da un lato si penalizza il commercio nel centro storico e, dall'altro, non si agevola nemmeno quello in periferia. Penso ad esempio ai cordoli su viale Libia. Tutto questo mentre continuano ad aprire centri commerciali”. “Nel centro storico il dilagare dei B&B ha messo alle porte i residenti e, allo stesso tempo, i negozi iniziano a entrare in difficoltà. Oggi incontriamo serrande abbassate in vie dove fino a pochi anni fa sarebbe stato impensabile. Escluse le poche vie del lusso, tutte le altre strade non sono più commercialmente interessanti. Se lo sviluppo economico è pensato solamente in favore di alcune caste, il negozio di vicinato sparirà” conclude Anticoli. Intanto, proseguono le indagini sulle cause dell'incidente a Repubblica e del guasto a Barberini. Quattro persone sono state iscritte nel registro degli indagati, due dipendenti di Metro Roma e due di Atac. I reati contestati sono quelli frode nelle pubbliche forniture e lesioni personali colpose aggravate.  La prima rimase chiusa per un mese e mezzo e riaprì lo scorso maggio. La seconda si avvia a battere questo record negativo. Ad oggi le scale mobili sono fuori servizio in numerose fermate dell'intera metropolitana di Roma: otto sulla linea A, sei sulla linea B e una sulla linea C. E in attesa che si faccia luce sulle responsabilità, si spengono le luci dei negozi. Barbara Laurenzi

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
12/10 1570907280 Il Maestro pizzaiolo Ernesto Parziale di Anzio vince la “Pizza World Cup”
12/10 1570875000 Studio medico clandestino: denunciato 62enne bengalese
12/10 1570872540 Al via la rimozione di un relitto affondato nel 2011 nel Tevere
12/10 1570870320 Facevano la spola tra Cina e Italia per importare illegalmente denaro
11/10 1570798800 L’odissea del Piano edilizio di Monte Stallonara: palazzi su ex discariche
11/10 1570790220 Montesacro fronteggia l’avanzata della “Malamovida”
11/10 1570789200 Piazza Bainsizza, partiti i lavori per l’area verde
11/10 1570787280 Caos dei trasporti: ritardi sulla Roma-Lido e pendolari infuriati
11/10 1570786440 Sigaretta accesa scatena un incendio al Santo Spirito, interventi immediati
11/10 1570785960 Arrestato giovane pusher in possesso di oltre 1 kg di marijuana e hashish
11/10 1570785180 Arrestato uomo in stato di ebbrezza, che importunava il personale di un bar
11/10 1570783860 Scippano la collanina dal collo di una donna, Carabinieri fermano un minorenne
11/10 1570783320 Blitz della Polizia, via all'operazione Alto Impatto: identificate 414 persone
11/10 1570782960 Controlli antidroga: 2 pusher in manette. Recuperati droga e contanti
11/10 1570782600 Allacci abusivi elettricità e acqua: 3 persone in manette, 12 denunciate
11/10 1570771800 Anche la Lazio vuole il suo stadio: oltre all'arena previsto anche altro cemento
10/10 1570712760 Prova a corrompere un agente, ma viene denunciata per tentata corruzione
10/10 1570712460 Arrestate 2 persone per furto d'auto:una francese di 26 e un algerino di 27 anni
10/10 1570711860 Lucha y Siesta, via alla sperimentazione del nuovo modello di accoglienza
10/10 1570701600 Rieti chiude i rubinetti? Roma resta senz’acqua
10/10 1570699500 Dà dello scimpanzè su Instagram a un giocatore della Roma: denunciato
10/10 1570696620 Volo urgente da Alghero a Roma per una neonata di un giorno in pericolo di vita
10/10 1570695420 Chiama il 112 per una lite, i Carabinieri scoprono che il compagno spaccia
10/10 1570693860 I rifiuti di Roma all'estero: Raggi aggira il tavolo con Ministero e Regione
10/10 1570688880 Condannato l'autotrasportatore che uccise la convivente a colpi di picozza

Sport


Inchieste
[+] Mostra altri articoli