[X]
  [X]

Residenti preoccupati

Monte Stallonara, torna lo spettro “terra dei fuochi”

Non è bastata la forte pioggia a spegnere definitivamente l’incendio che nel pomeriggio del 20 agosto scorso ha colpito la zona attorno al quartiere di Monte Stallonara, nella Valle Galeria. Un rogo che ha portato nei giorni successivi al sequestro, da parte del Nucleo Tutela Ambientale della Polizia Locale, di un’area di circa 100 ettari, immediatamente rinominata la ‘terra dei fuochi’ capitolina. I reati ipotizzati sono di tipo ambientale, con lo sversamento e forse l'interramento illegale di rifiuti. Il riferimento a quest’ultima pratica non arriva a caso. Se a bruciare sono stati probabilmente dei cumuli di rifiuti coperti dalle sterpaglie, il fatto che nelle settimane successive al rogo continuassero a presentarsi nuovi focolari (con il terreno raffreddato solo grazie all’intervento quotidiano della Protezione Civile), ha fatto pensare ad un rogo di materiali interrati che è proseguito per giorni nel sottosuolo.

Nel 2017 si inizia a parlare di interramenti – Che ci siano rifiuti sepolti è realistico, soprattutto se si pensa che il piano di zona Monte Stallonara ha una storia strettamente legata alle discariche abusive e all’interramento di materiali, oltre ad una ormai cronica mancanza di servizi.  Nel 2017 il Procuratore Giuseppe Pignatone, interessato della vicenda del Piano di Zona (e dopo la diffusione di alcune immagini che ritraevano rifiuti interrati e stratificati a poca distanza dalle abitazioni) dispose analisi del suolo e carotaggi per comprendere se alcuni edifici della zona fossero stati edificati su discariche abusive senza alcuna bonifica. Al momento, nonostante l’interessamento del Campidoglio, sono stati effettuati soltanto rilevamenti da parte dell’Arpa e delle analisi sulla radioattività, ma nessun carotaggio.

Le preoccupazioni dei residenti – L’incendio di fine agosto ha mobilitato i residenti della zona, che non hanno perso tempo sporgendo denuncia per reati ambientali: “Abbiamo dovuto respirare veleni per una settimana, ma finalmente si è acceso un faro sul disastro della Valle Galeria – hanno commentato i cittadini del Comitato di Quartiere Monte Stallonara - La spazzatura da decenni si accumula in questo territorio dimenticato da Dio, e, soprattutto, dalle Istituzioni. Questa distanza, che sembra così difficile da colmare, appare ancor più paradossale se si considera che il Consiglio Regionale del Lazio ha sede proprio qui”. La speranza è che anche le molte denunce effettuate in questi giorni possano contribuire a mantenere alta l’attenzione, anche sul lavoro svolto da Polizia Locale e Protezione Civile: “Vogliamo ringraziarli – afferma Monica Polidori del CdQ – anche perchè ci hanno assicurato che continueranno ogni giorno a vigilare sull'area fin quando il terreno non risulterà freddo e non ci saranno più tracce di focolari”. L’attesa al momento è per una convocazione in Campidoglio, assicurata dalla Sindaca Raggi in visita nel quartiere. Quello che i residenti chiederanno è certamente un’accelerazione sulle analisi richieste nel 2017, oltre alla pubblicazione dei dati della centralina dell’Arpa attiva durante il rogo del 20 agosto: “Vogliamo sapere cosa è bruciato – concludono i cittadini – e cosa abbiamo respirato per giorni”. Leonardo Mancini

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
11/12 1576085040 Pesta la moglie per gelosia: la Polizia sequestra all'uomo la collezione di armi
10/12 1575984660 3 kg e 200 gr di marijuana sequestrati a Trastevere con 3 arresti ed 1 denuncia
10/12 1575984480 Nascondeva la droga negli slip: scattata la perquisizione anche nell'abitazione
10/12 1575983880 Rapina una donna anziana ma lascia un'impronta: scovato dai Carabinieri
10/12 1575975420 Ruba 14 bottiglie di whisky, per scappare ne lancia 1 verso lo staff del negozio
10/12 1575961560 Manifestazione dei lavoratori ArcelorMittal a Roma
10/12 1575954000 La rivolta della mensa: lavoratori in piazza
09/12 1575904620 Tenta di rubare l'incasso di un distributore di benzina armato di un estintore
09/12 1575903840 Operazione ad alto impatto: 3360 persone e 2546 veicoli controllati
09/12 1575903060 Lo prendono a calci e pugni in volto per sottrargli il portafoglio e fuggire
09/12 1575896340 Controlli ad alto impatto alla stazione termini: 10114 persone controllate
09/12 1575890820 Cassonetti ed auto a fuoco: immediato intervento e più controlli della Polizia
09/12 1575889200 Il Centro Anziani Laurentina, con ben 2018 iscritti, apre le porte al Caffè
09/12 1575882000 Riserva Naturale di Decima Malafede, in consiglio regionale per l'approvazione
09/12 1575879600 Incendio a Mostacciano: intervengono i vigili del fuoco
09/12 1575876360 Blatte, sporcizia, cibo confezionato mal surgelato: chiusi due locali a Colombo
09/12 1575875880 Accese le luci di Spelacchio a piazza Venezia: in migliaia hanno partecipato
09/12 1575875520 Donna al volante non si ferma all'alt dei carabinieri, trovata con la cocaina
09/12 1575874800 Il Parco del Tintoretto torna ad essere una realtà
09/12 1575867600 La decisione definitiva sull'acquario di Roma
09/12 1575867600 Pres. commissione Cultura: “Cultura e Turismo per il rilancio di Roma”
08/12 1575820800 Ponte di Nona, la rotonda la “adotta” un commerciante
08/12 1575806400 “Falcognana non si piega”: No alla discarica
08/12 1575802800 Stadio della Roma, a rischio fallimento una società di Parnasi
08/12 1575795600 Via Siderno, consegnato il Centro Polifunzionale

Sport


Inchieste
[+] Mostra altri articoli