[X]
  [X]

La richiesta del II Municipio

“Presto una commissione per Villa Massimo”

Villa Massimo il giorno dell'inaugurazione del 15 maggio scorso
Villa Massimo il giorno dell'inaugurazione del 15 maggio scorso

Una commissione permanente in Comune per risolvere le questioni ancora incompiute. È quello che chiede il II Municipio al Campidoglio su Villa Massimo, invitandolo a “non interrompere il processo di riqualificazione complessiva” avviato con la riapertura dello storico spazio verde tra la via omonima e via Ravenna, nel quartiere Nomentano. “All'interno dello spazio verde c'è una villa di pregio, che dovrebbe essere resa fruibile - spiega Rino Fabiano, assessore all'Ambiente del II Municipio -. I giochi per i bambini, al momento, sono del tutto insufficienti. Per non parlare della questione legata al chiosco, attualmente abbandonato e che, invece, dovrebbe tornare ad essere un punto ristoro, non invasivo ma con uno spazio dedicato ad attività ludico-ricreativa gestita a livello pubblico”.

Le problematiche legate al chiosco – Proprio il chiosco era stato la scintilla della discordia che aveva portato alla chiusura del giardino Giuseppe De Meo, da tutti conosciuto come Villa Massimo. Nel 2013 il gestore, che si occupava anche dell'apertura del parco, aveva chiuso la sua attività dopo un contenzioso con i comitati di quartiere, che lo accusavano di schiamazzi. Da allora i circa settemila metri quadrati di verde vicino alla scuola Falcone e Borsellino erano rimasti chiusi, resi invalicabili da inferriate ed erbacce. Fino alla restituzione alla cittadinanza dello scorso 15 maggio, quando la stessa sindaca Raggi aveva inaugurato la riapertura di Villa Massimo resa possibile da un anno di ristrutturazioni bipartisan, a spese sia del Campidoglio pentastellato che del II Municipio a guida Pd, con vialetti anni 50, panchine nuove e la ripiantumazione di 30 giovani alberi al posto dei pini pericolanti. Il Comune ha piantato lecci e sughere, mentre il Municipio i pini e i cipressi. Un risultato adombrato dall'amara scoperta di metà giugno, quando i residenti si erano trovati di nuovo davanti i cancelli chiusi.

La soluzione temporanea – Il Municipio ha quindi raggiunto un accordo con il Dipartimento Tutela Ambientale. “La mattina aprirà il Servizio Giardini e la sera chiuderà il Centro di Emergenza Verde” ha spiegato la presidente Del Bello. Una soluzione destinata però ad essere temporanea, secondo quanto specifica ancora l'assessore Fabiano. “Abbiamo avuto conferma da parte del dipartimento che l'Associazione dei martiri di Nassiriya ha rifirmato il contratto con il Comune per il servizio volontario di apertura e chiusura delle ville ed è quindi possibile ipotizzare che anche la gestione di Villa Massimo tornerà nelle loro mani. Ce lo auguriamo, perché nutriamo verso di loro molta fiducia e stima e sappiamo che saranno attenti anche a monitorare anche la frequentazione della villa”.  Nessun'altra sorpresa, quindi. Villa Massimo resterà aperta. “Il vecchio concessionario del chiosco non ha più nessun titolo né sul punto ristoro, né tantomeno sulla gestione della villa, che è ridiventata completamente pubblica - assicura ancora l'assessore -. Auspichiamo quindi che la sentenza del Consiglio di Stato sia occasione per elaborare una nuova gestione, compatibile con le esigenze dello spazio verde e di chi lo vive”. Barbara Laurenzi

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
13/11 1573656900 Sgomberata ex area dei mercati generali, con all'interno 7 cittadini stranieri
13/11 1573655220 Dalla Ecoitaliasolidale contestano la deroga mezzi pubblici sullo "Stopdiesel"
13/11 1573654440 Sciopero del settore costruzioni venerdì 15 Novembre
13/11 1573641060 5 persone denunciate per allacci abusivi alla rete elettrica e idrica
13/11 1573636860 Durante un blitz antidroga arrestato un pusher e segnalati 3 clienti
13/11 1573631940 Emesse 13 ordinanze cautelari verso gli Ultras laziali "irriducibili"
13/11 1573630980 E' ufficiale: "Asili nido gratis da gennaio 2020 per gran parte delle famiglie"
12/11 1573578000 Umberto I, i sindacati chiedono condivisione
12/11 1573571340 Tentano la rapina in un esercizio commerciale, ma la fuga non va a buon fine
12/11 1573570800 Il Municipio I promuove il progetto “Corrispondenza”
12/11 1573560000 La festa del libro di Ostia diventa “social”
12/11 1573556400 Giunta Raggi attaccata da ‘nemici’ ed ‘ex amici’
12/11 1573554360 Proclamato sciopero Cotral Lunedì 18 Novembre
12/11 1573549800 Rintracciati i 3 Nomadi che ad Aprile avevano seminato i carabinieri in una fuga
12/11 1573545840 Arrestato "pusher-viaggiatore" per possesso di 4 Kg i marijuana e 1120 euro
12/11 1573545060 Interventi mirati in corso sulle caditoie, effettuate 2.000 operazioni
12/11 1573542000 “AniMIAMO i mercati”, successo per la kermesse del III
12/11 1573534800 Stazione del Divino Amore, un territorio in attesa
11/11 1573491600 Vigne Nuove, i residenti chiedono più attenzione
11/11 1573484580 Bonifica aree di Monte Stallonara, Parco di Centocelle ed ex discarica Lunghezza
11/11 1573473600 Ostia Antica, interrogazione sul Parco Archeologico
11/11 1573470000 Tensione a Borgo Testaccio: bloccato lo sgombero
11/11 1573462800 Sradicato l’albero di Borsellino: le condanne
11/11 1573460400 Arrestato in zona Casal Bruciato Claudio De Witt, narcotrafficante di spicco
11/11 1573458600 Roma-Nettuno: spray al peperoncino, borseggiatori e scippi. Appello a Zingaretti

Sport


Inchieste
[+] Mostra altri articoli