[X]
  [X]

Parla la responsabile della comunità

Magliana 80, “porto sicuro” per i tossicodipendenti

La Dottoressa Germana Cesarano nella cucina della comunità dove i ragazzi hanno seguito quest'anno un corso per pizzaioli
La Dottoressa Germana Cesarano nella cucina della comunità dove i ragazzi hanno seguito quest'anno un corso per pizzaioli

La colpa è forse dell’inquietudine. Si insinua il giorno in cui scavalchi il cancello dell’infanzia, abbandoni eroi e favole per affacciarti a quel che la gente chiama avere tutta la vita davanti. E non è che sia male questa distesa di terra su cui lasciare le tue orme, ma è vasta da morire, così furtivamente avanza l’inquietudine. Perchè, oltre a sfuggirti il senso ultimo di tutto, non è chiaro affatto da che parte andare, non ci sono cartelli. Alcuni, sopraffatti, si perdono e inevitabilmente gli si spengono i sogni. C’è a Magliana chi va a riprenderli per mano là dove si sono perduti e per quanto possibile cerca di ridisporre la segnaletica mancante. Il Caffè di Roma ha incontrato Germana Cesarano, psicoterapeuta e responsabile della comunità di recupero per tossicodipendenti Magliana 80. “Questo quartiere era una piazza di spaccio – racconta Germana - ed è il luogo in cui si formò quell’aggregazione criminale nota come la Banda della Magliana. C’era una grossa diffusione di eroina, tanti morti, e noi provammo ad organizzare la distribuzione controllata di morfina per agganciare le persone e toglierle dal traffico di droga”  Qual’è la situazione attuale? “C’è una diffusione massiccia di droghe disegnate, quindi ecstasy, ketamina, droghe da discoteca – spiega - e le prime assunzioni di droga avvengono in età preadolescenziale o post puberale, quando il corpo ancora non ha prodotto tutti gli enzimi necessari per assorbire queste sostanze. Ma soprattutto in una fase di crescita e di sviluppo emotivo, relazionale, affettivo che è precoce. Inoltre – continua - è aumentato l’uso della cocaina, con prezzi sempre più bassi, tagliata malissimo, con anfetamine o altri psicostimolanti. Assumere cocaina, non è più una trasgressione, viene ormai usata da tutti sia in forma inalata, sia in forma fumata. Per fumarla, la cocaina va lavorata e trattata, per cui diventa crack.” Magliana 80 è una comunità diurna, come gestite il fatto che la sera i vostri utenti possono andare a procurarsi la dose? “All’inizio coinvolgiamo molto le famiglie, che diventano parte integrante della terapia, - ci pensa un attimo Germana, poi dice -  molti accusano le famiglie di essere causa della tossicodipendenza dei figli, in alcuni casi è anche vero, ma la tossicodipendenza dei figli spesso è mantenuta dal sistema familiare. Bisogna aiutarli a trovare un altro meccanismo comunicativo: dov’è la responsabilità, la crescita se tu famiglia lo assecondi, ci metti sempre una toppa, gli paghi le cose? Il lavoro è insegnare alle famiglie a non avere paura di alcune situazioni, c’è la leggenda che lo uccidono se non paga i debiti, in alcuni casi può essere vero ma nella maggior parte dei casi no. Si esce dalla droga con il sistema che cambia, non si esce da soli.” Oggi Magliana 80 si occupa soprattutto di tossicodipendenti con problemi penali, svolgendo anche un grosso lavoro di sensibilizzazione all’interno delle carceri.  “Tutto il lavoro psicoterapeutico che facciamo – conclude la responsabile - è permettere alle persone di affidarsi, ristabilire relazioni e poi svincolarsi”. A pensarci bene, una certa voglia di piangere, l’uomo se la porta addosso da sempre: non è facile il confronto definitivo con l’infinito, qualunque sia il credo o non credo abbracciato nel cammino.  Lamentava Giobbe che inesorabilmente l’uomo muore breve di giorni e sazio di inquietudine (Gb 14,1). Patrizia D’Alterio Artemisio

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
11:47 1563616020 "A Roma e Marino vigili del fuoco senza autopompe, soccorsi a rischio"
11:40 1563615600 Tor Bella Monaca e Tor Vergata – controlli no stop dei carabinieri, 11 arresti
10:19 1563610740 Rapina un rolex in via di Trastevere. La Polizia di Stato lo arresta
10:00 1563609600 Testaccio – i carabinieri scoprono la “finestra dello spaccio”
09:58 1563609480 Prende in affitto un box e lo usa come deposito della droga. Arrestato
09:51 1563609060 Arrestato dalla Polizia di Stato 31enne spacciatore di cocaina in zona Tiburtina
19/07 1563544740 Tradito dall’amore per la sua compagna esce allo scoperto. Arrestato 50enne
19/07 1563544380 Stupro alla discoteca Factory: arrestato un 25enne romeno
19/07 1563543540 Stadio: rinviati a giudizio Parnasi, Palozzi, Civita e altre 12 persone
19/07 1563540480 Pomezia estate, Tar condanna il comune: “Ingiusta esclusione di Latium Vetus"
19/07 1563539820 Scuola dell’infanzia: accordo Campidoglio-sindacati sugli elenchi dei supplenti
19/07 1563538620 Abusivismo: Municipale sequestra 15.000 articoli. 40 venditori arrestati
19/07 1563538140 Atac, 227 nuovi bus sulle strade di Roma tra agosto e novembre
19/07 1563538080 I Municipio, protocollo con l’ordine degli architetti
19/07 1563537660 Parco archeologico del Colosseo, rispunta un busto (dopo la testa di Dioniso)
19/07 1563536460 Via Lanciani, completato il restyling
19/07 1563528600 Rapina una prostituta e tenta la fuga: arrestato dalla Polizia 50enne moldavo
19/07 1563528360 25 immobili a rischio sgombero, Prefettura e Ministero dell'Interno si preparano
19/07 1563527460 Marino, i costruttori chiedono 280 milioni di € al comune.In mattinata l'udienza
19/07 1563526680 Emergenza rifiuti, restano sacchetti in strada in 3 municipi: V, XIII e XIV
19/07 1563526620 Controlli contro i reati stradali: pizzicati 6 automobilisti ubriachi
19/07 1563526440 Stretta contro i furti ai danni di turisti in centro: arrestati 15 borseggiatori
19/07 1563523620 La deputata M5S Francesca Flati rettifica la sua intervista a il Caffè di Roma
19/07 1563520620 Violenza sessuale vicino a un locale notturno, fermato un 25enne romeno
19/07 1563519240 Semi cancellato il murales di Ostia, sgradito ai vertici grillini di Ostia

Sport

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli