[X]
  [X]

La vicenda dell'Associazione Oikos

Via Cassia, pagano l’affitto ma non possono utilizzare la struttura

Pagano da ormai tre anni regolarmente l’affitto di 2800 euro al mese per la casa sulla via Cassia in zona Giustiniana ma per tutta una serie di motivi non possono utilizzare la struttura:  la paradossale vicenda riguarda la Casa Famiglia destinata a ragazzi autistici dell’Associazione Oikos che ad oggi non riesce ancora a vedere la luce in fondo al tunnel.

L’associazione “Oikos una casa per vivere” – Esiste nella Capitale dal 1996 per tutelare, aiutare e supportare non solo le persone con autismo, disturbi del comportamento e ritardo mentale ma anche le loro famiglie. L’associazione ha origine dall’idea delle famiglie coinvolte in primo piano nel problema, le quali grazie alla loro esperienza di vita hanno maturato una grande consapevolezza e cognizione dei temi trattati. Questo è dimostrato ampiamente dal grande successo ottenuto e dall’efficienza dimostrata dalle due strutture aperte dall’associazione dalla sua nascita. La prima struttura nasce nel 1998, a seguito di un progetto del comune di Roma, in cui si prevedeva l’apertura di strutture socio-assistenziali non sanitarie. “La modalità” spiega la Presidentessa Francesca Trionfi “è quella di un gruppo che si autofinanzia e partecipa a quello che offre il determinato momento storico in cui si vive, ad esempio un progetto del Comune”. Fu seguita successivamente da una seconda casa prima a Nettuno e solo successivamente dislocata a Roma, quando, il prefetto Serra impose al Comune di Roma di finanziare quest’ulteriore casa con il progetto del comune di Roma. “Abbiamo ben 32 operatori in entrambe le case” spiega Francesca Trionfi “il numero è alto, ma è necessario per gestire i nostri ragazzi nella quotidianità”. L’associazione vanta un’esperienza ventennale nel settore e rappresenta un unicum sul territorio romano.

I problemi burocratici per l’apertura di via Cassia – Ed è questo uno dei motivi per i quali resta oscura la ragione per la quale l’apertura della terza casa socio-assistenziale in via Cassia sembra essere impossibile, nonostante la regolarità dei permessi burocratici sia con il Comune che con le Asl. Francesca Trionfi racconta al Caffè: “Sono ormai tre anni che le famiglie dei cinque ragazzi interessati pagano un affitto di 2800 euro al mese a vuoto. Questa situazione ci sta destabilizzando ma cerchiamo di tenere duro”. Il problema sarebbe la mancanza dei fondi necessari. Francesca Trionfi continua: “È necessaria una Determina individuale su progetto che dovrebbe essere pagata dalla Asl di appartenenza di ciascuno dei ragazzi, e cioè Asl Roma1 e Asl Roma2, ma per qualche motivo questo non sembra possibile”.

Le risposte da parte dell’amministrazione – Risultano essere due. Da una parte la necessità di modificare l’assetto dell’associazione e trasformarla in una struttura socio-sanitaria e dunque provvedere ad ottenere i permessi in ambito sanitario. Tuttavia Francesca Trionfi è irremovibile: “Noi vogliamo una struttura socio-assistenziale. Vogliamo gestire autonomamente i nostri ragazzi senza la presenza di un medico o un infermiere. Quello che desideriamo è permettere ai nostri ragazzi di vivere la quotidianità, senza che le strutture si trasformino in piccoli ospedali”. Dall’altra, Francesca Trionfi si schiera anche contro l’eventuale dislocamento dei propri ragazzi nelle grandi strutture già esistenti in Umbria e Toscana, che causerebbero uno sradicamento dei ragazzi dalla propria famiglia e dei costi eccessivi che graverebbero sia sulle famiglie che sulla regione.

La posizione del XV Municipio – L’Assessora alle Politiche Sociali Paola Chiovelli è disposta a fornire tutto il supporto necessario: “Il Comune – ha dichiarato al Caffè di Roma – beneficia di strutture efficienti ed operanti che diventano delle risorse per il nostro territorio”. Tuttavia Chiovelli precisa: “Ma la questione non è di diretta competenza del Municipio, il quale può agire solo da supporto e stimolo perché il processo vada avanti”. Dopo tre anni di lotte, impegno, passione e professionalità non vi è ancora nulla di concreto e certo sull’ apertura della terza struttura dell’associazione Oikos. Una situazione nebulosa e sconfortante che dovrebbe essere affrontata immediatamente a beneficio di tutti i cittadini romani ed in primo luogo delle famiglie coinvolte. Valeria Boccardi

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
10:06 1558512360 Estorsione aggravata da metodo mafioso, in manette un altro Casamonica
09:15 1558509300 Ostia ancora senza bagnini per le spiagge libere
08:50 1558507800 Mafia Capitale, per i giudici "Alemanno favorì Buzzi", il patron delle Coop
08:11 1558505460 San Lorenzo, Forza Nuova annuncia un sit-in per sabato in ricordo di Desirée
08:05 1558505100 Dopo 40 giorni, alla ciclabile di via Lemonia (VII Municipio) vengono le bolle
07:54 1558504440 Metro Flaminio, ferme le scale mobili. Si sale e scende a piedi con quelle fisse
07:43 1558503780 Alberi pericolanti in aumento, la denuncia dei Municipi: 50mila a rischio crollo
21/05 1558438260 120 ovuli (6mila dosi) 'nascosti' nello stomaco: arrestato un 24 enne nigeriano
21/05 1558429500 Musei Vaticani, promoters litigano per accaparrarsi clienti: 8 denunce per rissa
21/05 1558422840 Pusher 37enne nascondeva 25 panetti di hashish nelle cartelline portadocumenti
21/05 1558422540 Ristoratore ricettava biciclette elettriche rubate: denunciato dai Carabinieri
21/05 1558418880 Rapina a mano armata al distributore di benzina vicino la città giudiziaria
21/05 1558417620 Sgominata banda di 18 narcotrafficanti, l'operazione 'Re Mida' della Finanza
21/05 1558417200 Mafia Capitale: ex capo Gabinetto, Maurizio Venafro, condannato ad un anno
21/05 1558416720 Ncc, accese proteste davanti al Ministero, tensioni con Polizia e passanti
20/05 1558368000 Tragico incidente sulla via Ardeatina a Santa Palomba, morta una donna
20/05 1558363020 Internazionali di tennis, tre bagarini finiscono nei guai
20/05 1558356600 Titolare di una bar fa arrestare il suo stalker, arrestato dai Carabinieri
20/05 1558346340 Due topi d’appartamento sorpresi in flagrante dalla Polizia: arrestati entrambi 
20/05 1558342980 Torre Maura, figlio violento spara all'auto del padre con il fucile del nonno
20/05 1558336800 Ztl centro storico: slitta la chiusura alle 20,00. Pesa la 'crisi' dei trasporti
20/05 1558334580 Bersaglieri per le strade e piazze di Roma per festeggiare i 150 della Capitale
20/05 1558333200 Notte dei Musei 2019, 60mila cittadini 'invadono' la Capitale
20/05 1558332420 Tecnico-radiologo bacia la paziente con la forza: indagato per violenza sessuale
20/05 1558331760 Prelievi in banca con il bancomat del ciclista travolto sulla Tiburtina

Sport


Inchieste
[+] Mostra altri articoli